Paul DiAnno: "Gli Iron Maiden sono solo una macchina per fare soldi e sono noiosi"

L'ex voce della band inglese annuncia per il 30 agosto il suo ultimo concerto.

Paul DiAnno: "Gli Iron Maiden sono solo una macchina per fare soldi e sono noiosi"

L'ex cantante degli Iron Maiden Paul Di'Anno - che ha militato nella formazione inglese dal 1978 al 1981 - si esibirà per l’ultima volta al Beermageddon Festival a Bromsgrove, in Inghilterra, il prossimo 30 agosto. Poi, come si dice, appenderà il microfono al chiodo.

Per questa importante occasione ha messo insieme una band chiamata Ides of March, che prende il nome dal brano di apertura di "Killers", il secondo album degli Iron Maiden pubblicato nel 1981. Il gruppo sarà formato alcuni ex membri della band inglese, segnatamente, i chitarristi Terry Rance e Terry Wapram e il batterista Doug Sampson. Questi musicisti sono tutti accomunati dal fatto di aver lasciato il gruppo prima dell'eponimo debutto discografico nel 1980. Il basso sarà affidato alle cure di Speed​​Harris della tribute band Hi-On Maiden.

Un comunicato stampa, ripreso da Brave Words, dice che l’addio all'attività concertistica è stato consigliato a Di'Anno direttamente dai medici, a seguito di una serie di problemi di salute che lo hanno vessato, tra le quali, un paio di battaglie contro il cancro e un ascesso al polmone.

Ha dichiarato Di’Anno:

"Sono stati quattro anni difficili nell’attesa di tornare a suonare. Spero di essere in piedi per questo spettacolo e non vedo davvero l'ora di farlo. Stare in piedi sarebbe fantastico, altrimenti, l’inferno vi arriverà con le ruote!”.

Ha aggiunto Wapram:

"Non vedo l'ora di lavorare con questi ragazzi. Le nostre strade si sono incrociate molte volte, ma non abbiamo mai suonato insieme. Dovrebbe essere una formazione killer e una notte molto speciale."

Di'Anno fu licenziato nel settembre 1981, secondo le cronache, perché il bassista e leader degli Iron Maiden Steve Harris era scontento del suo cantato e, inoltre, venne accusato di abusare con le droghe. Di'Anno nel 2013 disse invece che fu sua la decisione di andarsene.

"Ho lasciato gli Iron Maiden perché stavano diventando troppo heavy metal. Gli Iron Maiden sono una macchina per fare soldi e a me non me ne frega niente. Non si trattò di droga. Nulla del genere. Ma devi drogarti quando stai con gli Iron Maiden perché sono così fottutamente noiosi. E l’unica droga era l'aspirina, per il fottuto Steve mal di testa."

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
20 lug
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.