La moda dell'anonimato anche nei talent: cos'è e come funziona 'Il cantante mascherato'

Arriva anche in Italia il format canoro basato sull'anonimato, lanciato in Corea del Sud nel 2015. Negli Stati Uniti è già alla terza edizione.

La moda dell'anonimato anche nei talent: cos'è e come funziona 'Il cantante mascherato'

La moda dell'anonimato colpisce ancora. E conquista anche i talent. Negli Stati Uniti "Il cantante mascherato" ("The masked singer") ha debuttato all'inizio dello scorso anno e in meno di dodici mesi ne sono state realizzate due edizioni: la prima è stata vinta dal rapper T-Pain (in gara anche La Toya Jackson, sorella di Michael), la seconda dall'attore Wayne Brady (tra i concorrenti anche Seal, l'ex Destiny's Child Michelle Williams e Kelly Osbourne, figlia di Ozzy), la terza partirà il prossimo 2 febbraio. In Italia la prima edizione ha esordito ieri sera su Rai1, con la conduzione di Milly Carlucci.

Il modello è il formato sudcoreano "King of masked singer", lanciato addirittura nel 2015 (e poi diventato di tendenza in tutta l'Asia e l'Oceania: dalla Cina all'Indonesia, passando per l'Asutralia, la Tailandia e il Vietnam): otto personaggi del mondo dello spettacolo si sfidano cantando dietro maschere e costumi, cercando di camuffare la voce per non farsi riconoscere, invitando i giudici del programma e il pubblico da casa a scoprirne l'identità. Vince chi riesce a non farsi smascherare.

Caricamento video in corso Link
Caricamento video in corso Link
"Il cantante mascherato" è a tutti gli effetti un talent canoro, ma a differenza degli altri programmi qui conta solo la voce. Nel senso che i vari concorrenti devono mantenere l'anonimato - che sembra così in voga oggi, dalla musica (vedi i casi di Liberato o di Myss Keta, con i Daft Punk che hanno fatto praticamente scuola) all'editoria (il caso di Elena Ferrante) - e per questo devono cercare di non farsi riconoscere dai giudici presenti in studio (oltre a Patty Pravo ne fanno parte anche Francesco Facchinetti, il conduttore Flavio Insinna, l'attrice Ilenia Pastorelli e lo stilista Guillermo Mariotto) e dal pubblico da casa. I due che in ogni puntata ricevono il minor numero di voti (dai social, dal televoto e dalla giuria) finiscono in ballottaggio e uno viene poi eliminato, svelando così la propria identità: fuori alla prima puntata il personaggio dell'Unicorno, dietro al quale si nascondeva in realtà Orietta Berti.

La prima puntata della versione italiana del format non ha fatto il botto negli ascolti, ma è riuscita comunque a conquistare quasi 4,5 milioni di telespettatori, pari al 20.85% di share (battendo così un reality affermato come il Grande Fratello Vip, che si è dovuto accontentare invece del 16.76% di share). Sono previste altre tre puntate del programma: la finale si svolgerà il prossimo 31 gennaio.

Music Biz Cafe Summer: radio e TV verso il futuro
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.