Londra, salvato dalle fiamme il club Koko

La storica venue che negli anni ha ospitato i concerti di Madonna, Amy Winehouse, Lady Gaga e altre star internazionali parzialmente danneggiato da un incendio scoppiato la scorsa notte

Londra, salvato dalle fiamme il club Koko

Il tempestivo intervento dei Vigili del Fuoco in serivizio nella capitale britannica ha permesso il salvataggio del Koko, storica sala da concerti di Camden Town, a Londra, che nel corso della sua storia ha ospitato le esibizioni di moltissime star del rock e del pop: come riferito dal britannico New Musical Express, la London Fire Brigade è stata chiamata verso le 21 (22 in Italia) della sera di ieri, lunedì 6 gennaio, dopo che alcuni passanti avevano osservato delle fiamme provenire dal tetto dell'edificio, attualmente sottoposto a lavori di ristrutturazione. Le squadre intervenute sul posto hanno dichiarato la situazione sotto controllo solo nelle prime ore della mattina di oggi, martedì 7 gennaio: nonostante buona parte del tetto sia andata effettivamente distrutta, il lavoro di contenimento operato dai Vigili del Fuoco locali ha impedito danni strutturali all'immobile, che quindi dovrebbe essere dichiarato agibile dopo le inevitabili procedure di messa in sicurezza.

Al momento non sono state formulate ipotesi sulle cause del rogo, che - fortunatamente - non ha provocato feriti.

Un tempo noto come Camden Theatre, poi divenuto negli anni Settanta il Music Machine, il club Koko - aperto con questo nome dal 2004 - ha ospitato sul proprio palco gli show di alcune delle star del rock e del pop più note a livello internazionale come Red Hot Chili Peppers, Madonna, Christina Aguilera, Prince, Coldplay, My Chemical Romance, Emma Marrone, Oasis, Bruno Mars, Thom Yorke, Amy Winehouse, Lady Gaga, Killers, Kanye West, Katy Perry, Demi Lovato, Usher, Noel Gallagher e molti altri. La riapertura del club era attesa per la primavera del 2020: non è chiaro, al momento, se l'incendio della scorsa notte possa ritardare il ritorno in attività del locale.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.