Sale la febbre per i Golden Globes: i candidati alla vittoria

L'attenzione degli appassionati di musica sono tutte concentrate su "Rocketman", il film sull'ascesa al successo di Elton John: ce la farà?

Sale la febbre per i Golden Globes: i candidati alla vittoria

Sale la febbre per i Golden Globes 2020, tra i premi cinematografici più ambiti nel mondo del cinema (e della tv), secondi solamente agli Oscar. La 77esima edizione della cerimonia di consegna delle statuette si terrà domani, 5 gennaio, al Beverly Hilton di Beverly Hills, in California. Tra i film in corsa per i premi anche "Joker" di Todd Philips, "The Irishman" di Martin Scorsese, "C'era una volta a Hollywood" di Tarantino e "Rocketman" di Dexter Fletcher. Ma chi sono i candidati alla vittoria? Ecco i nomi degli attori e i titoli dei film favoriti, secondo gli scommettitori.

Le attenzioni degli appassionati di musica sono tutte concentrate su "Rocketman" - che ha raccontato sul grande schermo l'ascesa al successo di Elton John - ha ottenuto nomination nella categoria "Miglior film commedia o musicale", "Migliore attore in un film commedia o musicale" (per Taron Egerton, che nel film ha indossato i panni della rockstar britannica) e "Migliore canzone originale" ("I'm gonna love me again", che nella colonna sonora della pellicola Taron Egerton interpreta insieme allo stesso Elton John). Però le quotazioni del film non sono altissime.

Nella categoria "Miglior film commedia o musicale", infatti, "Rocketman" deve vedersela con "C'era una volta a Hollywood", "Jojo Rabbit" di Taika Waititi, "Cena con delitto - Knives out" di Daniel Craig e "Dolemite is my name" di Eddie Murphy. Il candidato numero uno alla vittoria in questa categoria, secondo gli scommettitori, è il film di Tarantino: Snai quota la possibile vittoria a 1.15. Segue "Jojo Rabbit" con 6, mentre "Rocketman" è quotato addirittura 20.

Migliori le quotazioni nella categoria "Miglior attore in un film commedia o musicale" per Taron Egerton, che si contenderà la statuetta con Eddie Murphy, Leonardo Di Caprio, Daniel Craig e Roman Griffin Davis. La vittoria di Murphy è quotata 2, quella di Di Caprio 2,25 e quella di Egerton 4,50: potrebbe farcela.

In lizza nella categoria "Migliore canzone originale", oltre al duetto di Taron Egerton con Elton John, anche "Beatiful ghosts" di Taylor Swift (da "Cats"), Into the unknown" di Idina Menzel e Aurora (da "Frozen 2"), "Spirit" di Beyoncé (da "Il re leone") e "Stand up" di Cynthia Erivo (da "Harriet"). Per il premio alla "Migliore colonna sonora originale", invece, sono in corsa le musiche di "Piccole donne" (firmate da Alexandre Desplat), quelle di "Joker" (firmate da Hildur Guðnadóttir), di "Storia di un matrimonio" (Randy Newman), "1917" (Thomas Newman) e "Motherless Brooklyn - I segreti di una città" (Daniel Pemberton).

Music Biz Cafe Summer: piattaforme Web e diritti
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.