UMG, ceduta una quota del 10% a un consorzio guidato da Tencent

Il presidente e CEO di Universal Music Group afferma: “La nostra visione strategica rimane la stessa”
UMG, ceduta una quota del 10% a un consorzio guidato da Tencent

Vivendi, casa madre di UMG, ha ceduto una quota del 10% di Universal Music Group - pari a 3 miliardi di euro - a un consorzio guidato da Tencent Holdings Limited.

L’accordo prevede l’acquisizione da parte del consorzio guidato dal colosso dei media cinesi - con la partecipazione di Tencent Music Entertainment (TME) e alcuni investitori finanziari globali - del 10% del capitale azionario di UMG, basato su un valore di impresa di 30 miliardi di euro (33,6 miliardi di dollari) per il 100% del capitale sociale di Universal Music Group.

Il gruppo Tencent può aumentare la propria partecipazione in UMG fino al 20% con la stessa valutazione fino al 15 gennaio 2021.

Prima che la transizione tra il Consorzio e UMG fosse chiusa, Tencent e Universal Music Group hanno informato di aver intenzione di stipulare un secondo accordo il quale concederebbe a TME un’opzione per rilevare una quota di minoranza della consociata UMG che opera nella Grande Cina.

Questa transazione, soggetta a un processo di approvazione legale e ad altre condizioni di finalizzazione, dovrebbe concludersi entro la fine della prima metà del 2020.

Le società hanno dichiarato congiuntamente: “Vivendi è molto contenta dell'arrivo di Tencent e dei suoi co-investitori. Consentiranno a UMG di svilupparsi ulteriormente nel mercato asiatico.” E ancora: “Tencent e i membri del consorzio sono entusiasti di supportare la crescita di UMG attraverso questo investimento. Insieme a Vivendi, Tencent e TME lavoreranno per ampliare le opportunità rivolte agli artisti e per arricchire le esperienze degli appassionati di musica, promuovendo ulteriormente un fiorente settore della musica e dell'intrattenimento."

Un comunicato stampa diffuso da Vivendi ha, inoltre, informato che altri potenziali acquirenti sono ancora interessati ad acquisire quote di minoranza di UMG.

Alla luce di questo, Sir Lucian Grainge, presidente e amministratore delegato della Universal Music Group, ha informato che:

“Fatta eccezione per le risorse supplementari utili per far avanzare ulteriormente la nostra strategia, tutto il resto rimane invariato: la nostra visione strategica; il marchio della nostra compagnia, dell’etichetta e della nostra unità commerciale; le nostre sedi e, ovviamente, le nostre persone eccezionali.”

Lucian Grainge, nella lettera inviata alla forza lavoro globale di Universal e riportata da Music Business Worldwide, ha poi scritto:

"Questo è uno sviluppo emozionante che riflette una forte convalida della nostra strategia di business, il nostro incredibile team e il vostro eccellente lavoro. Riflette anche il nostro ottimismo condiviso sul ruolo continuo di UMG come forza trainante nel nostro settore e su quanto siamo concentrati sul futuro."

Music Biz Cafe Summer: piattaforme Web e diritti
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.