Rolling Stones, l'ex moglie di Ron Wood: ‘Keith Richards era un ragazzaccio'

Jo Wood racconta alcuni aneddoti sul chitarrista della leggendaria band britannica
Rolling Stones, l'ex moglie di Ron Wood: ‘Keith Richards era un ragazzaccio'

L’ex moglie di Ron Wood, addetto alle sei corde della leggendaria band britannica, ha raccontato al Daily Mirror qualche aneddoto sul chitarrista dei Rolling Stones Keith Richards.

A margine dell’intervista per il quotidiano britannico, Jo Wood - presentando il suo libro “Stoned” edito lo scorso 31 ottobre e contenente fotografie scattate da lei stessa per ripercorrere la storia del gruppo dal 1985 al 2009 - ha descritto Richards come “un ragazzaccio” e ha ricordato alcuni episodi su di lui svelando, tra le altre cose, la sua tendenza a guidare in stato di ebbrezza. L’ex moglie di Ron ha detto:

“Keith era un ragazzaccio. Aveva una Bentley che usavamo per spostarci a Parigi. Erano altri tempi e ora è difficile pensare che all’epoca non ci fosse venuto in mente che guidare in stato di ebbrezza potesse essere un problema. Noi salivamo in macchina alle sette del mattino dopo una notte in studio.”

Jo Wood ha inoltre raccontato il suo primo incontro con Keith Richards. Nel 1977 Ronnie invitò Jo - che si frequentavano da un paio di settimane - a raggiungerlo a Parigi dove si sarebbe dovuto trovare con la band. Josephine però, arrivata nella capitale francese, non trovò nessun Mr Wood nell’hotel in cui sperava di incontrarlo. Essendo l’albergo al completo, Jo si dovette adattare in una delle stanze delle cameriere. Una mattina all’alba, ha spiegato la donna, fu raggiunta da Ron che si presentò alla sua camera con i suoi compagni di band.

“C'era Ronnie alla porta con un gran sorriso, che mi chiedeva scusa. Il Concorde aveva avuto un guasto al motore e avevano dovuto atterrare in Irlanda. Mentre me lo raccontava, altri ragazzi irruppero nella stanza. Lui [Keith] non mi ha neanche guardata, si è seduto sul pavimento ai piedi del letto frugando nella borsa di un dottore.”

Jo ha poi aggiunto:

“Keith estrasse un cucchiaio d'argento, una bottiglia di pillole e un accendino. In pochi secondi si era riempito una siringa e se l’era iniettata direttamente attraverso la giacca. Ci fu una piccola pausa mentre le droghe facevano effetto sul suo sistema, poi mi guardò e disse: ‘Che bello conoscerti, mia cara. Ho sentito tanto parlare di te.’ E questa è la storia del mio primo incontro con Keith Richards.”

Dall'archivio di Rockol - Quella volta che (una di quelle volte che…) Keith Richards ha rischiato di morire
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.