Un nuovo progetto per Davide Petrella: ecco Tropico

L’autore di “Pamplona” e “Logico” torna nelle vesti di Tropico con il secondo singolo dallo stile urban. L’intervista.

Un nuovo progetto per Davide Petrella: ecco Tropico

“Doppler” è il nuovo singolo di Tropico, progetto sperimentale di Davide Petrella, autore negli ultimi anni di tanti big tra cui Cremonini, Fabri Fibra, Gianna Nannini e Elisa. Dopo la gavetta con Le Strisce, band napoletana che lo portò vicino all’esperienza di Sanremo Giovani, nel 2018 esce "Litigare", primo singolo da solista seguito dall’omonimo album. “Tutte le cose che fai nella musica ti fanno sempre imparare qualcosa in più e dove andare a virare con le canzoni. Le strisce mi hanno fatto capire cosa volevo e ora mi sento finalmente a casa. Tropico è un progetto e un’isola felice. Quando sei un ragazzino è più complicato avere la testa libera, pensi al singolo, al pubblico, alle scelte troppo sperimentali. Oggi essere autore mi fa stare sereno e in Tropico posso fare canzoni non allineate, che non si sentono in Italia. Non devo inseguire la hit e il singolo”, dice.

“Doppler” ha una sonorità urbana autentica, non italiana, ma con un testo immediato, specchio di un voler essere pop, arrivando a tutti ma con un interessante filone sperimentale, frutto di un background musicale vario con una matrice soul e nera, oltre le varie influenze di Anderson Paak, Kendrick Lamar e Childish Gambino.

“Non esiste amore a Napoli” è il primo brano di Tropico, arrivato a settembre 2019, e “Doppler” si impone come secondo tassello di un progetto che non porterà direttamente all’album: “Voglio provare un modo diverso di arrivare al disco. Sono legato all’idea dell’artista che fa uscire l’album e la mia strada non è quella dei singoli ma delle canzoni. Distribuire almeno altri due o tre brani prima del disco, canzoni che fanno da apripista ma completamente diverse tra loro poiché la mia musica è ibrida e contaminata”.

Caricamento video in corso Link
Caricamento video in corso Link
Negli ultimi anni Davide Petrella ha firmato alcuni dei più famosi successi come “Vorrei ma non posto” e “Fenomenale” e sui feat dice “ho tanti amici a cui chiedere e saranno una parte importante del disco” ma racconta anche, “è un linguaggio che non ho mai praticato, non mi ha mai entusiasmato perché pensavo fosse una scorciatoia. Lavorando con altri artisti ho capito che mi diverte, ma non vi dico ancora con chi per scaramanzia. Mi piacerebbe scrivere con Vasco e Celentano, sono un fan delle sfide impossibili”.

Dall'archivio di Rockol - Davide Petrella, "Nevada" in versione #NoFilter per Rockol
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.