Aerosmith, Steven Tyler: ‘Mi arrabbiai con la band per avermi mandato in riabilitazione’

Il frontman degli Aerosmith ha detto: "Mi ci sono voluti anni prima che mi passasse la rabbia."
Aerosmith, Steven Tyler: ‘Mi arrabbiai con la band per avermi mandato in riabilitazione’

Il frontman degli Aerosmith, intervistato da Violet Camacho per Haute Living, ha raccontato di essere stato arrabbiato per diversi anni con i suoi compagni di band per essere stato mandato in riabilitazione. Steven Tyler, parlando degli anni in cui la formazione di Boston ha attraversato un periodo caratterizzato dall’abuso di sostanze stupefacenti, ha spiegato:

“Tra il ’72 e il ’79 gli Aerosmith hanno vissuto un periodo in cui non erano sempre sballati, ma bellissimo. Poi ci siamo incasinati tutti.” E ha continuato: “Non c’erano centri di riabilitazione ma istituti psichiatrici. Io sono stato via tra il 1984 e il 1986 e non avevo ben realizzato cosa succedesse.”

La voce di “I don't want to miss a thing” ha poi ricordato il periodo in cui ha intrapreso un percorso di riabilitazione a causa dei suoi problemi legati alla dipendenza di droga. Tyler ha detto:

“I primi anni ’80 sono stati terribili e la droga ci ha abbattuti. Sono stato il primo a ricevere un trattamento.”

Ha poi approfondito:

“C’è stato un momento nel 1988 in cui il management e la band sono intervenuti. Hanno pensato: ‘Facciamo diventare sobrio il leader del gruppo e tutti i nostri problemi potrebbero finire.’ Quindi io mi sono disintossicato ma ci sono voluti anni prima che mi passasse la rabbia nei loro confronti che mi hanno mandato in riabilitazione mentre se ne andavano in vacanza. Ma oggi, per quel momento…Sono grato e li ringrazio per la mia sobrietà.”

Steven Tyler ha anche raccontato di non aver mai narrato realmente la verità a proposito delle esperienze negative legate al mondo della musica, affermando che ad alcuni manager a contatto con il gruppo di Boston non dispiacesse il fatto che i componenti fossero spesso poco lucidi per poter fare domande sulle loro finanze.

Tyler ha detto: “Vuoi approfondire? O vuoi che la gente ami semplicemente quell’album? Vuoi trasformare quell’album in una storia importante o vuoi che le persone sappiano ciò che tu non sapevi perchè eri ubriaco o drogato, e i tuoi manager e la tua etichetta discografica adoravano quello di te?” Ha aggiunto:  “Hanno adorato questo della band. I nostri primi manager adoravano il fatto che fossimo sballati. La nostra etichetta discografica, adorava il fatto che fossimo sballati perché sapevano che non controllavamo nessuna delle transazioni monetarie. E, non è sempre stato così. Quel lato del mondo della musica che è solo una fottuta oscura, sporca trincea di bugie, di avvocati.”.

Il prossimo giugno il tour per il 50esimo anniversario di carriera degli Aerosmith farà tappa anche in Italia. Steven Tyler e soci - discograficamente fermi a "Music from another dimension!" (leggi qui la nostra recensione), pubblicato il 6 novembre 2012 - saranno in concerto a Milano il prossimo 13 giugno.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.