Santa Bruce è arrivato in città con due nuovi, leggendari album dal vivo

Springsteen pubblica ufficialmente i concerti del 15 e 16 dicembre ’78: il primo fu il "Winterland", un famoso bootleg, il secondo è inedito.
Santa Bruce è arrivato in città con due nuovi, leggendari album dal vivo

“Live In The Promised Land” o più semplicemente “Winterland”: per i fan di Springsteen il concerto del 15 dicembre 1978 a San Francisco è una leggenda, uno dei suoi bootleg più famosi. E ora esce ufficialmente, assieme al concerto del giorno dopo, il 16 dicembre, mai pubblicato prima.
Insomma, doppio regalo di natale per tutti gli amanti del rock americano, perché questi sono concerti non solo per i fan: sono un pezzo di storia della musica americama. I due sono la pubblicazione di dicembre dei “bootleg ufficiali” di Springsteen, e si trovano sul sito ufficiale in download, a partire da 18€ per oltre 6 ore di musica.

Il tour è quello di “Darkness on the edge of town” - e si dice che sia il migliore in assoluto del Boss. Il luogo è la Winterland Arena, lo stesso dove si svolse "The Last Waltz", il concerto d'addio della Band diventato un film di Martin Scorsese, e dove si tenne l'ultima esibizione dei Sex Pistols. 
Come diversi altri, tra cui quelli altrettanto leggendari dello stesso tour di Cleveland, Los Angeles, Atlanta e Passaic, il concerto del 15 dicembre fu trasmesso in radio ed è il motivo per cui divenne un bootleg. Ora, però, è stato completamente rimasterizzato. I master multitraccia originali sono incompleti, ma è stata ritrovata una nuova registrazione, restaurata: è possibile ascoltare una carrellata spaventosa di classici (tra cui la sequenza “Prove it all night”/“Racing in the street”/“Thunder road”), cover e brani che sarebbero finiti su “The river” di lì a due anni, come “Point Blank" e "The Ties That Bind", e una rara performance di “The Fever".

Il concerto del 16 dicembre è invece finora inedito, se si eccettua “Fire”, inclusa nel primo disco ufficiale dal vivo, “Live 1975/85”. Di questo show erano presenti i master multitraccia, e contiene rarità come “Rendezvous” e la cover "Good Rockin‘ Tonight”. E, ovviamente, in entrambi i concerti c’è il brano più natalizio mai suonato da Springsteen: “Santa Claus is coming to town”, un classico tra i classici.
Si, Santa Bruce è arrivato in città

SETLIST

Set I

Good Rocking Tonight - Cover di Roy Brown
Badlands
Rendezvous
Spirit in the Night
Darkness on the Edge of Town
Independence Day
The Promised Land
Prove It All Night
Racing in the Street
Thunder Road
Jungleland

Set II

It's Hard to Be a Saint in the City
Santa Claus Is Coming to Town - Cover di Harry Reser and His Orchestra
The Fever
Fire
Candy's Room
Because the Night - Cover di Patti Smith Group
Point Blank
Mona / Preacher's Daughter / She's the One / Gloria
Backstreets
Rosalita (Come Out Tonight)

BIS #1

Born to Run

BIS #2

Detroit Medley / Whole Lotta Shakin' Goin' On
Tenth Avenue Freeze-Out

BIS #3

Quarter to Three - Cover di Gary “U.S.” Bonds

SETLIST

Set I

Badlands
Streets of Fire
Spirit in the Night
Darkness on the Edge of Town
Factory
The Promised Land
Prove It All Night
Racing in the Street
Thunder Road
Jungleland

Set II

The Ties That Bind
Santa Claus Is Coming to Town - Cover di Harry Reser and His Orchestra
The Fever
Fire
Candy's Room
Because the Night - Cover di Patti Smith Group
Point Blank
Mona / Preacher's Daughter / She's the One / I Get Mad
Backstreets
Rosalita (Come Out Tonight)

BIS #1

Born to Run
Detroit Medley
Tenth Avenue Freeze-Out

BIS #2

Raise Your Hand - Cover di Eddie Floyd

BIS #3

Quarter to Three - Cover di Gary “U.S.” Bonds

Dall'archivio di Rockol - I classici del rock: "Born in the USA" di Bruce Springsteen
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.