Zucchero racconta di Bruce Springsteen e dell’amicizia con Eric Clapton

In un’intervista Sugar - che dal prossimo aprile sarà impegnato in una tournée mondiale prima dei concerti previsti in Italia nei mesi di settembre e ottobre - racconta di Springsteen e dell’amicizia con Clapton

Zucchero racconta di Bruce Springsteen e dell’amicizia con Eric Clapton

Il bluesman emiliano è stato uno dei protagonisti di "Rainforest Fund 2019”, concerto benefico organizzato da Sting e la moglie Trudie Styler andato in scena a New York lo scorso 9 dicembre. Zucchero si è alternato sul palco con diverse star internazionali come l’ex Police, Bruce Springsteen e altri.

“Conoscevo Bruce, ma non ci avevo mai suonato. E’ un uomo serio e garbato, di poche parole.” racconta Sugar ad Andrea Scanzi in un’intervista pubblicata questa mattina, 18 dicembre, raccontando dell’evento di beneficenza organizzato “dal mio amico Sting”. E, sempre parlando del Boss, continua dicendo:

“Dopo il concerto, mi ha detto: “Great job!”. E mi ha abbracciato. Il massimo dello slancio, per lui.”

Zucchero - che il prossimo 3 marzo si esibirà al concerto benefico “Music for the Marsden” all’O2 Arena di Londra insieme ad altri artisti come, tra gli altri, Eric Clapton, Tom Jones, Gary Brooker dei Procol Harum e Mick Hucknall dei Simply Red - nella conversazione per Il fatto quotidiano narra anche della sua amicizia con Clapton:

“Un altro amico vero. Quando suono alla Royal Albert Hall di Londra, mi presta il suo set per farmi risparmiare. Venne a vedermi in incognito nell’88 ad Agrigento, ce lo portò Lory Del Santo. A fine concerto mi dicono: “C’è Clapton”. Non ci credevo. Invece entra Eric e mi fa: “Il mondo ti deve conoscere, mi segui in tour?”. Tra noi è nata così. Lo sento con regolarità, se ne va spesso in Islanda a pescare i salmoni col leader dei Procol Harum.”

Nell'intervista con Scanzi non mancano racconti di Zucchero su altri grandi artisti come Francesco De Gregori - ricordando di quando ha lavorato alla stesura del testo della canzone “Diamante” del 1989 - Ivano Fossati e Francesco Guccini. Fornaciari dice:

"Tre persone dritte, serie, senza falsità. Come piacciono a me. Anche Eric è così. A De Gregori chiesi il testo di Diamante: parlando di mia nonna, mi serviva un poeta “esterno”. [...] Abbiamo collaborato spesso, anche in questo disco. Fossati l’ho sempre trovato bravissimo e il suo disco con Mina è una bella boccata d’ossigeno. Guccini è il mio fratellone. Sono cresciuto con lui e i Nomadi. Lo vado a trovare spesso a Pavana."

Il tour mondiale di Zucchero Fornaciari - che lo scorso 8 novembre ha pubblicato il suo ultimo album “D.O.C.” (leggi qui la nostra recensione) - partirà da Byron Bay, in Australia, il prossimo aprile. Il bluesman emiliano sarà poi in concerto in Italia per le dodici tappe italiane previste all’Arena di Verona nei mesi di settembre e ottobre.

L'artista, anticipando qualcosa degli show in programma l'anno prossimo, spiega:

"Tre ore di concerto, con una band che mi conosce da anni. Cambierò la scaletta di volta in volta, ma l’ossatura resterà la stessa: prima il nuovo album per intero, poi i classici che il pubblico vuole sentire. E qualche recupero strano, che magari piace solo a me."

Dall'archivio di Rockol - racconta il tour di "Black cat" e il ritorno all'Arena
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
23 apr
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.