Nick Cave e le droghe: 'Mai più così in basso da quando ho smesso'

In un botta e risposta su Red Hand Files il leader dei Bad Seeds risponde a un fan riguardo il suo rapporto con le sostanze stupefacenti: 'Mi è capitato di tutto, sono quasi morto. Ma...'

Nick Cave e le droghe: 'Mai più così in basso da quando ho smesso'

La voce di "The Mercy Seat", suo malgrado, quando parla di droga sa molto bene di cosa parla: sin dagli esordi con i Birthday Party Nick Cave ha sperimentato sulla sua pelle una disastrosa dipendenza da eroina, che l'ha portato più di una volta a rischiare la vita ma dalla quale è riuscito definitivamente ad affrancarsi tra la fine degli anni Novanta e l'inizio dei Duemila, quando - con i Bad Seeds - si era affermato come una delle realtà più rilevanti sul panorama mondiale del rock d'autore.

Rispondendo a un fan di nome Craig nel suo spazio interattivo digitale Red Hand Files, il compositore, autore, scrittore e performer australiano ha offerto una sentita testimonianza di prima mano su cosa significhi aver vissuto una dipendenza da droga.

"Da sobrio non sono sicuro di essere riuscito a raggiungere gli stessi picchi che riuscivo a raggiungere ai tempi, ma di certo non ho raggiunto quei minimi ai quali sono arrivato grazie all'assunzione di quelle 'sostanze adorabili'", ha scritto Cave: "Sono stato perquisito in stazioni di polizia, ho perso la mia umanità durante le disintossicazioni, ho avuto esperienze di pre-morte, pensieri suicidi, le overdose erano routine, non avevo motivazioni, mi sentivo le ossa rotte, ero spento, a pezzi, mi piaceva Bukowski, soffrivo di anedonia fisica e sociale, mentalità da gregge. Amici morti, relazioni a puttane, ascessi, incidenti stradali, psicosi, letture di 'Lo Hobbit', malnutrizione, impotenza creativa, perdite di tempo epocali, canto piatto (su quello sto ancora lavorando), parlata di merda (anche su questo sto ancora lavorando), problemi di salute potenzialmente mortali. E non telefonavo a mia mamma quando era il suo compleanno".

Dall'archivio di Rockol - "Red Right Hand" (da "Distant sky - Live in Copenaghen")
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
20 mag
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.