Tiziano Ferro: 'Volevano che andassi in tv a dire bugie'. E torna sul bullismo

Il cantautore di Latina racconta le difficoltà degli esordi e gli scontri con i suoi vecchi collaboratori. E torna a parlare di bullismo: "Qualcuno deve dire queste cose".

Tiziano Ferro: 'Volevano che andassi in tv a dire bugie'. E torna sul bullismo

Ospite di "Domenica in", il contenitore domenicale di Rai1 condotto da Mara Venier, Tiziano Ferro ha ricordato le difficoltà degli esordi, quando - prima del trasferimento in Messico, dove andò a vivere dopo il successo di "Rosso relativo" e del successivo "111" - alcuni suoi collaboratori dell'epoca (dei quali non ha fatto i nomi) gli davano suggerimenti che il cantautore non condivideva. Ed è tornato a parlare di bullismo, dopo il botta e risposta con Fedez che ha fatto seguito alle dichiarazioni alle quali Ferro si è lasciato andare durante la conferenza stampa di presentazione del suo nuovo disco, riferendosi a una vecchia canzone del rapper.

Rispondendo alle domande di Mara Venier, guardando una foto del periodo di "111", il cantautore di Latina ha detto:

"Non dico le bugie per scelta e per incapacità, perché non le so gestire. Quindi o sto zitto o dico la verità e in quel periodo della mia vita ricevevo pressioni da parte di persone che lavoravano con me per crearmi un profilo di personaggio: volevo che avessi una vita sentimentale, che andassi in tv a raccontare bugie... Io non ce la facevo, mi sono sottratto".

Tornando sul tema del bullismo, commentando il monologo di qualche settimana fa a "Che tempo che fa", poi, Ferro ha detto:

"[È nato tutto perché] mi hanno chiesto di interpretare la frase di una canzone di questo disco, in conferenza stampa. Il fatto di mettere a disposizione la mia esperienza per chi la vuole far propria, per me, è stato molto importante. I messaggi che mi arrivano sono tutti positivi. Qualcuno queste cose le deve dire, perché l'abuso verbale si trasforma in storie pesanti. La cosa più strana è che ci ho messo quarant'anni a capirlo. Non possiamo vivere ancora in questo medioevo in cui tutti possono comportarsi così perché non c'è legge. Quando ci sarà una legge la percezione della gente cambierà e capiranno che quelle parole hanno un peso forte".

"Accetto miracoli" è il settimo album di inediti di Tiziano Ferro: prodotto da Timbaland, il disco è uscito lo scorso 22 novembre. Il cantautore lo farà ascoltare dal vivo la prossima estate sui palchi degli stadi italiani.

Dall'archivio di Rockol - racconta il mestiere della vita
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
30 mag
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.