Cult: quando Robbie Williams e i Take That scatenarono il caos a Non è la Rai

Aprile 1994. Robbie Williams e i suoi compagni di band arrivano a Roma e vanno a trovare Ambra e le ragazze di "Non è la Rai": il video dell'esibizione cult.

Cult: quando Robbie Williams e i Take That scatenarono il caos a Non è la Rai

Prendi un programma che ha segnato l'immaginario collettivo degli italiani negli Anni '90 e prendi la boy band che nello stesso periodo ha fatto la storia della musica pop. Nel 1994 i Take That, nel bel mezzo del successo mondiale del loro secondo album "Everything changes", arrivano in promozione in Italia. E passano per lo studio di "Non è la Rai", popolarissima trasmissione di Italia 1 condotta da un'allora giovanissima Ambra. Che riesce a portarsi a casa anche un bacio di Robbie Williams.

È nello studio 1 del Centro Palatino di Roma, nell'aprile del 1994, che va in onda la puntata di "Non è la Rai" con ospiti Williams, Barlow e soci. Per la cronaca: solo un paio di settimane prima il mondo della musica aveva pianto Kurt Cobain, il leader dei Nirvana, il cui corpo era stato ritrovato senza vita nella serra nella sua casa sul lago Washington. I Take That avevano già pubblicato i loro primi due album, "Take That & Party" e "Everything changes" e con singoli come "Could it be magic", "Why can't I wake up with you", "Pray", "Relight my fire" e "Babe" avevano scalato le classifiche internazionali, collezionando Dischi d'oro e di platino.

Quando arriva in Italia, la boy band sta promuovendo proprio "Everything changes", uscito pochi mesi prima. Di fronte alle telecamere del programma di Italia 1 cantano le hit "Everything changes", "Pray", "Babe" e "Could it be magic", unica canzone del set ad essere pescata dal disco d'esordio, uscito nel 1992. "Vi dico subito che vi basta il nome: i Take That!", li annuncia Ambra, scatenando le urla di gioia delle ragazze protagoniste del programma. "Hello everybody", saluta timidamente Robbie Williams, sulle prime note della base di "Everything changes", mentre i suoi compagni di band improvvisano alcuni passi di danza. "Sono normali, sono vestiti così come sono nella vita, non hanno un costume, un vestito da scena, non come altri che sono tutta pomata...", commenta la conduttrice al termine dell'esibizione, richiamandoli sul palco e presentandoli uno per uno: "Ambra is the best", scherza Gary Barlow, mentre Robbie Williams ("Lui è il playboy del gruppo") le dà un bacio sulla guancia.

Pochi mesi dopo l'esibizione a "Non è la Rai" Robbie Williams e i Take That sarebbero tornati in Italia, per cantare - nel febbraio dell'anno successivo - sul palco del Teatro Ariston di Sanremo come ospiti internazionali del Festival 1995.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.