Impala si oppone all'acquisizione di una quota di UMG da parte di Tencent

L'associazione transnazionale che raccoglie le industrie musicali indipendenti si oppone al progetto di investimento del colosso cinese, intenzionato ad acquisire una quota di Universal Music Group

Impala si oppone all'acquisizione di una quota di UMG da parte di Tencent

Impala - associazione transnazionale che raccoglie le industrie musicali indipendenti - si è opposta contro il progetto di Tencent, interessata all’acquisizione di una quota del 10% di Universal Music Group, con un’opzione di acquisto di un ulteriore quota del 10%.

L'Independent Music Companies Association si è attivata in modo autorevole con diverse campagne contro il consolidamento delle major e degli editori dell'industria musicale, e la proposta di investimento da parte del colosso cinese per acquisire una quota di UMG rappresenta una nuova preoccupazione.

Come riportato da Musically, il presidente esecutivo di Impala Helen Smith in una dichiarazione ha detto:

"Anche con un basso livello di partecipazione azionaria, riteniamo che per i consumatori e i concorrenti il rischio di danno derivante da una simile transazione potrebbe essere una preoccupazione, a causa dell’impatto che avrebbe sia sul mercato digitale che sul settore della musica.”

Impala ha sottolineato lo status di Universal Music Group in qualità di etichetta più grande del mondo e la posizione di Tencent in Cina che propone tre servizi di streaming musicale oltre alle app di karaoke e di live-video streaming.

Helen Smith ha detto che le preoccupazioni aumenterebbero qualora Vivendi, la casa madre di UMG, decidesse di vendere ulteriori quote, se possibile. “Dobbiamo anche vedere come si svolge il piano di vendita delle restanti quote disponibili di UMG. Potrebbe portare a diverse conseguenze." E ha aggiunto: "Ci aspetteremmo che anche le autorità di regolamentazione si preoccupino della relazione Spotify-Tencent. Crediamo sia difficile per Tencent e altre compagnie con poteri in un mercato verticale di acquisire influenza sul repertorio più grande del mondo.”

Lo scorso mese di ottobre Vivendi ha reso noto la crescita di interesse nei confronti di UMG anche da parte di altri potenziali investitori e, recentemente, è emerso che Tencent stia progettando di procedere all’acquisizione di una quota di Universal Music Group in consorzio con altre realtà che includono Hillhouse Capital e il fondo di Singapore GIC Pte.

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.