Angelica e Diodato cantano Modugno per i 60 anni della Carosello Records

Nel Rockol Talk Show a Germi per la Milano Music Week, la presentazione del libro dedicato alla storia dell'etichetta con Dario Giovannini, Andrea Laffranchi, Federico Pucci e gli interventi musicali di Diodato e Angelica e Filippo Graziani

Angelica e Diodato cantano Modugno per i 60 anni della Carosello Records

Il talk show “Carosello, 60x60” - svoltosi ieri, 22 novembre, e organizzato da Rockol a Germi per la Milano Music Week - con Dario Giovannini, Andrea Laffranchi e Federico Pucci, ha ripercorso i sessant’anni di storia di Carosello. L’incontro, inoltre, ha visto gli interventi musicali di Diodato e Angelica che, a conclusione dell’evento, hanno duettato insieme eseguendo dal vivo il brano “Piove” - una reinterpretazione della canzone di Domenico Modugno che il cantautore tarantino ha presentato come singolo nel 2015, tratto dall’album “A ritrovar bellezza” del 2014.

In occasione della pubblicazione del libro “Carosello Records 60x60 Valore alla musica” - che attraverso foto, documenti storici, interventi degli artisti e la narrazione dei giornalisti Andrea Laffranchi e Federico Pucci ripercorre la storia dell’etichetta fondata nel 1959 da Giuseppe Gramitto Ricci - durante l’incontro sono emersi aneddoti e racconti sulle figure e gli artisti che hanno fatto la storia di Carosello come Vasco Rossi, Giorgio Gaber e i più freschi Tommaso Paradiso e Coez.

Il focus del talk show con il direttore generale di Carosello Dario Giovannini, Andrea Laffranchi e Federico Pucci - che si è aperto con la performance acustica di Angelica con la canzone “Vecchia novità" - non è stato solo la storia dell’etichetta milanese e dei suoi artisti, che hanno fatto la storia della musica italiana.
L’incontro - che ha visto anche gli interventi musicali di Diodato, con la canzone “Adesso” e, "fuori programma", di Filippo Graziani che ha eseguito “Lugano addio” del padre Ivan Graziani - è stato anche occasione per comprendere come opera Carosello in quanto casa discografica indipendente.
Durante la conversazione si è inoltre riflettuto sulla scelta degli artisti condotta dall'etichetta milanese e sul tipo di rapporto che instaura con loro.

Dario Giovannini - considerando gli artisti che fanno parte del roster di Carosello come Angelica, Diodato, Ghemon o che ne hanno fatto parte come Levante o Tommaso Paradiso con i Thegiornalisti - ha sottolineato che l’obiettivo dell’etichetta è di portare avanti un rapporto e un lavoro che coinvolgano tutti e ha detto: “Noi di Carosello, tutti i giorni, cerchiamo di dare tutto noi stessi e di trovare la soluzione migliore per i nostri artisti. L’obiettivo mio, e di tutti i ragazzi che lavorano con me, è quello di cercare il modo corretto di posizionare gli artisti senza fare troppi errori. Io ho grande paura, quando mi approccio con i miei artisti, di sbagliare." E ha aggiunto “Quando scelgo un artista, e ne abbiamo pochi in roster, compiamo una scelta che si basa sulla forza delle canzoni e sulla coerenza con la storia di Carosello. Quando io firmo un artista per me è già una super star, devo essere io in grado di portarlo a esserlo per tutti.”

La scelta di un artista, ha raccontato Dario Giovannini, dipende in parte dall’intuito e dal saper riconoscere il suo valore artistico e la sua forza. Dario ha detto: “Durante la mia carriera, che non è fatta di talenti ma è fatta di lavoro, ho avuto la fortuna di incrociare sul mio cammino artisti che possono fare la differenza e ho avuto un po’ di intuito nel prenderli, nel fermarli.” Giovannini - sottolineando che: “Le scelte che noi facciamo sono sempre rispettose verso il passato.” - ha poi precisato: “Forse il merito che abbiamo è quello di avere una visione rivolta al futuro, lavorando in prospettiva di due o tre anni e qualche volta azzecchiamo.”

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.