Neil Young abbandona Facebook

Il cantautore canadese critica aspramente il social network di Mark Zuckerberg.
Neil Young abbandona Facebook

Il 74enne rocker canadese Neil Young ha annunciato che abbandonerà Facebook a causa di quelli che vede come ‘evidenti impegni da un lato della politica’ del social network di Mark Zuckerberg.

Il musicista ha spiegato la sua decisione in un messaggio pubblicato sul suo sito ufficiale Neil Young Archives:

"Facebook sta sponsorizzando l’annuale gala della Federalist Society, la potente organizzazione di destra dietro la nomina a giudice della corte suprema del conservatore Brett Kavanaugh".

Aggiungendo ancora che la piattaforma,

"ha regolarmente fornito false informazioni al pubblico…Neil Young Archives non è più interessato ad ulteriori collegamenti con Facebook e ne interromperà l'utilizzo.”

Non è la prima volta che Neil Young esterna il suo scontento nei riguardi di Facebook. Già il mese scorso in un altro messaggio pubblicato sul sito aveva scritto che Facebook,

"ti dà più di quello che vuoi e non tutto è buono. Gran parte di ciò fornisce una pessima disinformazione sulle campagne politiche e gli annunci pubblicitari sono vere e proprie falsità. Questo sta bene a Facebook, ma non a Neil Young Archives. Se dovessimo lasciare Facebook per il nostro impegno sociale, perderemmo le comunicazioni con milioni di persone. Continuando a stare su Facebook, siamo in conflitto su chi siamo”.

Come riflette il sito Ultimate Classic Rock, il rocker canadese tutto d’un pezzo ha una relazione difficile non solo con Facebook, ma con i social media in generale. Lo scorso maggio, infatti,  abbandonò il recapito Twitter @NeilYoung in favore del nuovo @NeilYoungNYA. Una scelta che, in termini numerici, non gli ha detto proprio bene in quanto il primo aveva oltre mezzo milione di follower, mentre il nuovo, ad oggi, ne ha a poco più di 25.000.

Facebook ha recentemente chiarito che non rimuoverà gli annunci politici, indipendentemente dal fatto che siano o meno veri. Secondo quanto riferito, Mark Zuckerberg ha cenato con il presidente degli Stati Uniti Donald Trump lo scorso ottobre, aggiungendo benzina alle voci che vogliono la società piegata verso destra. 

Dall'archivio di Rockol - Le frasi più belle di Neil Young, "un vecchio hippie del cazzo"
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.