Milano Music Week, il report della quarta giornata

Il ticketing, la programmazione artistica e la musica live nella giovedì della rassegna milanese

Milano Music Week, il report della quarta giornata

La quarta giornata della Milano Music Week si è aperta con un incontro al Blue Note sulla programmazione artistica e sulla musica live.  Il panel è stato organizzato da Zenart rappresentata in questa sede da Alessandro Travi, vicepresidente, con il contributo del Blue Note: Nick the Nightfly, direttore artistico; Daniele Genovese, managing director e Fabio Mittino, production manager. Inoltre, sono intervenuti Antonio Galbiati, autore e compositore e Paolo Costa, bassista in tour con Eros Ramazzotti. 
L’obiettivo dell’incontro è stato mostrare le connessioni che ci sono tra la programmazione artistica e la musica live, sia nei locali come nell’esempio del Blue Note, ma anche nei festival. 
Il Blue Note gestisce un calendario di concerti continuativo, 6 giorni su 7, nove mesi all’anno. Per renderlo sostenibile, Fabio Mittino ha evidenziato quanto sia importante trovare un compromesso con l’artista sul rider, semplificandolo al fine di abbattere i costi ancillari della produzione. 
Per quanto riguarda la gestione di un festival, Alessandro Travi ha evidenziato le differenze tra la gestione di un locale e l’organizzazione di un festival da un punto di vista logistico. La costruzione del palco e delle sedute, l’impianto elettrogeno, i servizi igienici, la messa a norma dell’intera struttura, sono solo alcuni degli aspetti più critici di cui si è parlato.

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/sTkxQ9V7-Jpl4FZaLyzQSEdDbT0=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/blue-note.jpeg

Alle ore 17.00 si è tenuto presso Germi il panel Rockol Talk Show dal titolo “Il Ticketing”. Davide Poliani di Rockol e Francesco Prisco de Il Sole24Ore hanno fatto domande sui meccanismi della distribuzione dei biglietti dei concerti a Stefano Lionetti (Amministratore delegato di TicketOne) e Mimmo D’Alessandro dell’agenzia di promoter D’Alessandro e Galli. Non si è parlato solo di ticketing ma di concerti e musica a 360 gradi. Inizialmente Lionetti e D’Alessandro hanno spiegato come si articola la filiera dell’organizzazione dei concerti, partendo dagli artisti fino ad arrivare alla distribuzione dei biglietti, passando per il live manager e l’agenzia di promoter, la quale si fa carico imprenditoriale della gestione dell’evento. Lionetti ha mostrato ai presenti alcuni dati relativi al pricing – con un incremento medio del solo 1% all’anno tra il 2013 e il 2018, ovvero molto meno di quello che si crede – e all’andamento del mercato generale (con un aumento medio annuale del 5.7% nello stesso arco di tempo). 
D’Alessandro si è soffermato sull’organizzazione delle ultime edizioni del Lucca Summer Festival e della doppia data di Paul McCartney in Italia della prossima estate. Ha inoltre spiegato che gli aspetti più insidiosi nel suo mestiere sono le questioni burocratiche e il rispetto delle norme di sicurezza. L’argomento che però ha suscitato più interesse è quello dell’obbligo del biglietto nominativo che è di recente entrato in vigore: entrambi gli addetti ai lavori concordano sul fatto che non sia la strada giusta per combattere il secondary ticketing e che questo provvedimento complichi la gestione degli ingressi al concerto peggiorando così l’esperienza degli spettatori. Il panel si è concluso parlando del fenomeno del sold out: molto spesso viene attribuita la colpa al bagarinaggio, ma Lionetti ha specificato che nella maggior parte dei casi la domanda è nettamente superiore all’offerta, confermando così che nonostante le polemiche sollevate di recente il mercato dei biglietti dei concerti è ancora florido.

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/aK94vki5eqJCghzLn_ehwVVFMLA=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/la-famiglia.jpeg

In serata, diversi concerti: oltre a quello di Manuel Agnelli e Rodrigo D’Erasmo dedicato a Springsteen  di ce Rockol racconterà a breve, abbiamo visto  il concerto de “La Famiglia”, evento svoltosi alla Salumeria dello Sport alle ore 22. 
La Famiglia è un gruppo corale milanese formato da quattro membri: Antonio Galbiati (il padre) alla tastiera; Paola Atzeni (la madre) al clarinetto; Annalu Giansante (la figlia) e da Mattia Lappano (il figlio). Il gruppo propone un repertorio di musica pop italiano e americano adattando le canzoni allo stile del canto corale. Il gruppo viene acconpagnato da una base musicale e da un unico musicista che suona il cajón. Il concerto si apre con un piccolo sketch dove i membri simulano un piccolo litigio familiare. Il primo brano presentato è ‘Nel blu dipinto di blu’ di Domenico Modugno. Fra un brano e l’altro i quattro dialogano in maniera scherzosa. Il repertorio presenta una suddivisione ben precisa: si inizia con un brano cantato in forma corale, seguito da un brano con una voce solista, per poi passare nuovamente al canto corale. Il primo a cantare da solista è Antonio Galbiati che si accompagna con la tastiera. Il concerto si conclude con il brano ‘Soldi’ di Mahmood cantata da tutti e quattro i componenti con l’attiva partecipazione del pubblico. 

Clarissa Annunziata, Giancarlo Sacco, Giovanni Panini, Mattia Santucci e Simona Pellitteri del Master in Comunicazione Musicale.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.