Fedez a Tiziano Ferro: "Certi temi sono importanti solo alla presentazione di un disco"

Continua la polemica a distanza tra il rapper milanese e il cantautore di Latina, riguardo omofobia e bullismo.
Fedez a Tiziano Ferro: "Certi temi sono importanti solo alla presentazione di un disco"

Polemica a distanza tra Tiziano Ferro e Fedez. Ieri, durante la presentazione del suo nuovo album “Accetto miracoli”, il cantautore di Latina si era detto molto dispiaciuto per essere stato preso in giro, seppur molti anni fa, da un collega:

“A me piace fare ironia, ma se la presa in giro coinvolge il mondo dei sentimenti e della sessualità ci rimango male. E il fatto che un idolo dei ragazzini possa prendermi in giro su certe tematiche è un atto di bullismo: non si scherza su queste cose".

Il riferimento conduce a Fedez che, nella sua canzone “Tutto il contrario”, del 2011, rappava,

“Mi interessa che Tiziano Ferro/abbia fatto outing/ora so che ha mangiato/più wurstel che crauti!/Si era presentato in modo/strano con Cristicchi/’Ciao sono Tiziano, non è/che me lo ficchi”.

Caricamento video in corso Link

Non è mancata la risposta, qualche ora dopo, in un certo modo di scuse, del rapper milanese affidata al suo canale Instagram:

“Non ho mai pensato che quella canzone potesse aver offeso Tiziano, perché negli anni ho avuto modo di conoscerlo. Ora che lo so mi sento di dire che non era quella l'intenzione, mi dispiace e sono sicuro che sul tema omofobia e bullismo sia io che Tiziano possiamo trovarci d'accordo"

Oggi la polemica, però, si aggiunge di un nuovo capitolo, riportato da Fanpage.it. Protagonista è sempre Fedez che, ancora una volta dal suo account Instagram scrive queste parole:

"Ieri ho cercato di chiarire il mio pensiero sull'accusa di omofobia e bullismo cercando di prendere l'ennesima polemica e trasformarla per una volta in qualcosa di costruttivo. Oltre a non aver ricevuto nessuna risposta a questa mia proposta, né privatamente né pubblicamente, questa mattina trovo ancora il mio nome associato alle parole ‘omofobo', ‘bullo' e ‘omofobia'. Dove tra l'altro sembra che la mia sola giustificazione sia stata quella di dire ‘avevo 19 anni' quando in realtà ho detto tutt'altro".

Poi ha ricordato a Ferro come non abbia esitato a duettare con Fabri Fibra, anche lui accusato in passato di omofobia, nella canzone “Stavo pensando a te”:

"Dopo aver provato a trasformare tutto ciò in qualcosa di positivo, mi trovo costretto a chiedermi se Tiziano Ferro perdoni i testi omofobi solo a Fabri Fibra con cui ha duettato due anni fa. Questa attenzione per i testi del passato non c'è stata? Come mai? Non ce l'ho con Fabri Fibra ma con l'unilaterale attenzione verso una mia canzone di 10 anni fa. Questo mi dimostra che ieri non si è voluta combattere l'omofobia ma si è voluta combattere la mia persona sfruttando un tema così delicato".

Caricamento video in corso Link

E quindi Fedez giunge alla conclusione che Ferro in realtà ce l’abbia con lui non tanto per le rime omofobe di "Tutto il contrario", bensì per la citazione che compare nella canzone “Comunisti col Rolex”, da lui interpretata insieme al vecchio sodale J-Ax, che così recita:

“Tiziano Ferro si è comprato l'attico di fianco a Fedez/Con i soldi risparmiati, a cena con il fisco inglese”.

Caricamento video in corso Link

Questa la sua chiusura su Instagram:

"La verità Tiziano, è che quella canzone l'hai già ascoltata quando uscì 10 anni fa tanto che il tuo produttore Michele Canova mi disse che ti strappò anche un sorriso. La verità è che a te non è andata giù una mia rima sulla tua presunta evasione fiscale da 3 milioni di euro che nulla ha a che fare con dei temi così delicati come l'omofobia e il bullismo. La verità è che certi temi purtroppo diventano importanti solo nei momenti di presentazione di un disco e non vedo volontà per altro. Mi spiace perché questa operazione non ha portato niente di buono per nessuno. Oggi non si parla di omofobia, non si parla del disco di Tiziano ma si parla di Tiziano Ferro contro Fedez. E a cosa serve? A cosa porta? Al nulla cosmico. La mia vita, quello che ho fatto e quello che ho scritto testimoniano che saremmo potuti essere dalla stessa parte nella guerra all'omofobia ma hai preferito di no. Mi dispiace davvero per questo".

Dall'archivio di Rockol - racconta la emo-trap di "Paranoia airlines"
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.