I Coldplay tornano alle loro radici con "Everyday life" (ma pensano sempre in grande)

Dopo l'ultra pop di "A Head Full of Dreams", un disco più minimalista nei suoni, ma concettuale (e un po' dispersivo) nella struttura, con ospiti come Stromae, Femi Kuti e i figli della band.

I Coldplay tornano alle loro radici con "Everyday life" (ma pensano sempre in grande)

"Everyday life" si apre con un brano strumentale di 2 minuti e mezzo: potrebbe essere tranquillamente una colonna sonora di Ennio Morricone. Gli archi sono di un italiano, Davide Rossi: è il nuovo album dei Coldplay, il primo a 4 anni da "A Head Full of Dreams",

Anche quando scelgono un approccio più minimalista, i Coldplay fanno le cose in grande. L'album ha una copertina in bianco e nero, in cui la band sembra un gruppo d'altri tempi; nelle scelte sonore ricorda più una versione etnica di "Ghost stories" che l'ultra-pop dell'ultimo disco. Viene presentato come un concept, diviso in due "lati", "Sunrise" e "Sunset", a rappresentare una giornata di vita ordinaria - e come un incontro di culture, quella occidentale e quella orientale. Non a caso viene presentato - questa notte e domani con due concerti in diretta YouTube dalla Giordania, con l'esecuzione integrale delle due parti del disco.

Sarà pure "Everyday life", ma ordinaria la musica dei Coldplay cerca di non esserlo, anche se questa volta ci sono canzoni dall'approccio più tipicamente simile al suono delle origini band inglese. "Church", per fare un esempio, ha solo una base di batteria elettronica, e ha una melodia che potrebbe stare tranquillamente nei primi album del gruppo, o in "Ghost stories", fatta salvo il campionamento finale del cantante pakistano Amjad Sabri. Lo stesso vale per "Daddy", ancora più delicata e minimale: voce, piano soffuso e un leggero battuto come ritmo.

Per marcare questa scelta per sottrazione, il disco ha pure momenti che sembrano quasi improvvisati o che sembrano arrivare da altre ere: il gospel di "Broken" sembra una registrazione casuale, mentre "Cry cry cry" è una ballata soul vintage, "Eko" è quasi solo voce e chitarra.
Poi, certo, c'è il pop di "Orphans", forse la canzone più in linea con l'ultimo periodo, assieme a "Champion of the world".  Ma alla fine il brano più interessante è "Arabesque" - quello in cui l'incontro tra culture musicali è più evidenti con fiati e assoli di sax (Femi Kuti, figlio del grande Fela Kuti), in cui effettivamente i Coldplay provano un'altra strada e provano altri colori per la loro musica. In questca canzone brilla anche la presenza di Stromae, che aveva detto di volersi ritare. 

L'album si chiude con la title track, con archi che sembrano preludere e fondersi a "Sunrise", suggerendo un "repeat" dell'album, a sottolineare la circolarità dello scorrere del tempo e delle giornate. 

Su disco, sono preferibil a questi Coldplay a quelli pop: "Everyday life" mostra che i Coldplay sanno scrivere ottime canzoni, e le sanno arrangiare. Semmai, il problema di questo album è la sua dispersività: intermezzi strumentali e cori (tra cui quelli dei figli della band: Moses Martin è accreditato pure come co-autore di un bran) voci campionate servono al concept ma tolgono forza al flusso di canzoni. Perché fare un disco di canzoni-canzoni era troppo banale, forse. Ma sarebbe stato anche la cosa più efficace.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.