Milano Music Week, la seconda giornata: come si fa una playlist?

Dalla playlist ufficiale della manifestazione realizzata dagli studenti del Master Musica a panel e concerti: ecco com'è andato il secondo giorno della rassegna milanese

Milano Music Week, la seconda giornata: come si fa una playlist?

La seconda giornata della Milano Music week è iniziata a BASE Milano con la conferenza “Come valorizzare i locali e la musica dal vivo? L’esperienza di Milano e Bologna a confronto”, moderata da Nicolò Zaganelli, La discussione si è aperta con l’intervento di Filippo del Corno, assessore alla Cultura Comune di Milano, che ha sottolineato l’importanza del costante dialogo con gli operatori del territorio per promuovere efficacemente la musica dal vivo. Corno ha ricordato la creazione dello Sportello Unico nel 2014, strumento che ha facilitato l’organizzazione degli eventi attraverso la digitalizzazione; sono proprio gli eventi come la Milano Music Week, infatti, a permettere una maggiore promozione dei locali e delle realtà del luogo, incrementando la reputazione della città. L’esperienza di Bologna, che nel 2006 è stata dichiarata dall’UNESCO città della musica, è stata introdotta da Matteo Lepore, assessore alla Cultura Comune di Bologna, che ha parlato della delibera a sostegno dei locali di musica dal vivo, facendo un particolare riferimento al tema della sostenibilità ambientale e della plastica. 

E’ poi intervenuto Rodolfo Citterio, consigliere delegato FIPE, il quale ritiene che i finanziamenti degli eventi live debbano essere gestiti a livello nazionale più che a livello locale, ponendo l’attenzione sull’importanza di definire cosa siano i live club prima di regolamentarli a livello burocratico, come ha sostenuto anche Federico Rasetti, Managing Director KeepOn Live. 

La discussione si è conclusa col contributo di operatori del settore, Andrea Pontiroli di Santeria e Vincenzo Monte, di Turnè eventi e Drink & Taste, che hanno riassunto i temi trattati attraverso la loro esperienza personale e professionale.

Nel pomeriggio i ragazzi del Master in Comunicazione Musicale di Almed hanno partecipato al laboratorio “Come si fa una playlist” presso la sede dell’Università Cattolica di via Carducci.

Nel corso dell’incontro sono stati approfonditi tutti gli elementi fondamentali del processo di creazione di una playlist: l’immagine di copertina, il titolo, la descrizione e il contenuto. Ciascuno di questi aspetti svolge infatti un ruolo fondamentale nella costituzione di un filone narrativo, funzionale a distinguere e a caratterizzare l’identità delle diverse tipologie di playlist. Questa specificità è frutto di un cambiamento nelle modalità di fruizione della musica nell’era digitale, a cui consegue una considerazione più specifica e targetizzata dell’audience a cui ci si rivolge. 

Al termine del laboratorio è stata infine realizzata la playlist della Milano Music Week 19, disponibile sul profilo ufficiale, con una raccolta di brani legati alla città che ospita l’evento.

Nel pomeriggio si è svolto anche l'incontro sulla scena della capitale, uno dei talk show organizzati da Rockol a Germi - Luogo di contaminazione per la Milano Music Week alla presentazione del libro “Mamma Roma” di Mattia Marzi hanni partecipato Luca Carboni, Luca Bernini e lo stesso autore del volume. Ve ne parliamo qua.

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/ilOOZmi-5WgE6JqGIlornOXQNeg=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/the-winstons.jpeg

La seconda giornata della MMW si è conclusa con il concerto: il Rockol Live Showcase dei Siberia da Germi e quello dei The Winstons presso l’Apollo Club di Milano. Il gruppo ha trasportato il pubblico in un viaggio surreale attraverso le psichedeliche note delle loro canzoni più famose, come “Ghost town”. Hanno incantato la folla che ha seguito la performance fino all’ultimo accordo, assistendo alla magia del rock’n’roll.

Report di Diletta Casalino, Claire Scotto, Francesco Beomonte Zobel, Federica Vergani e Eleonora Palmeri del Master in Comunicazione Musicale.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.