Milano Music Week, il report della prima giornata

Amadeus, le canzoni nelle serie TV e J-AX: ecco com'è andato il primo giorno della rassegna milanese

Milano Music Week, il report della prima giornata

Lo slogan scelto per questa settimana è “Music Lives Here”: da lunedì 18 a domenica 24 novembre, la città ospita la terza edizione della Milano Music Week: 250 artisti, italiani e stranieri, che attraverso un palinsesto di eventi, workshop, mostre, incontri, party e concerti si alterneranno fra 90 diverse location.

È Amadeus il primo ospite della Milano Music Week 2019. Con una conversazione con Luca De Gennaro e Claudio Fasulo (vice direttore di RaiUno), il nuovo direttore artistico del Festival di Sanremo ha inaugurato al Piccolo Teatro la terza edizione della manifestazione.  

Non è un caso che quest’anno la settimana della musica sia cominciata con l’asse Milano – Sanremo. Da un lato, Milano, capitale di fatto della musica in Italia,  dall’altro lato Sanremo, il luogo simbolo della tradizione musicale nel nostro paese. Ed è proprio questo il focus dell’incontro con Amadeus che ha cominciato a raccontare alcune delle novità della settantesima edizione del festival della canzone italiana. I nuovo presentatore e direttore artistico ha messo in luce la necessità di unire la tradizione all’innovazione: sarà un Sanremo all’insegna dell’evoluzione, che strizza l’occhio ai nuovi generi musicali ma senza dimenticare la musica autoriale. Cuore e razionalità saranno i parametri utilizzati dalla direzione artistica per la scelta delle canzoni in gara al fine di costruire un cast di artisti in grado di dare ritmo e imprevedibilità alla kermesse. Dunque, evoluzione e tradizione sono le parole chiave del prossimo Festival di Sanremo. A rafforzare questa visione Claudio Fasulo ha raccontato come negli anni è stata abbandonata la moda di scegliere canzoni “sanremesi” e si è creata la necessità di comporre cast formati da artisti di diversa estrazione musicale per cercare di colpire target diversi di ascoltatori. Una novità, all’insegna della digitalizzazione e dell’innovazione, la Rai propone l’Altro Festival in onda sulla nuova piattaforma Rai Play immediatamente dopo la fine della serata. Gli artisti scelti, saranno annunciati e presentati in trasmissione da Amadeus il 6 gennaio, nella serata della Lotteria Italia all’interno della trasmissione “I Soliti Ignoti”.

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/ifr0g-gHO-_QeyxIxtv4RBeFJvM=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/image1.2019-11-19-09-20-53.jpeg

Al termine dell’incontro, con il simbolico taglio nel nastro arancione, si inaugura ufficialmente la terza edizione della Milano Music Week. Da lunedì 18 e fino al 29 novembre Via Dante ospiterà la mostra MUSIC LIVES HERE, una raccolta delle più belle immagini scattate dai fotografi Francesco Prandoni e Sergione Infuso. Dagli R.E.M. ai Kiss fino ai Negramaro, la mostra è realizzata in collaborazione con SEAT e raccoglie gli scatti di alcuni dei concerti più belli ospitati della città di Milano negli ultimi anni. Un percorso di 24 foto in cui il pubblico può rivivere emozioni che la musica live riesce a regalare. 

La prima giornata della Music Week procede nella sede di Via Carducci dell’Università Cattolica del Sacro Cuore dove, in un Open Lecture del Master in Comunicazione Musicale, Gianni Sibilla e Daniela Cardini hanno presentato "Le canzoni nelle serie TV". L'idea alla base della lezione è quella di poter ragionare sulle metodologie e sul rapporto che lega la musica ai media. Per questo motivo è stato raccontato come le canzoni, i testi e le melodie si inseriscono all'interno delle serie televisive. Il tema è stato quindi approfondito seguendo tre linee principali. In primo luogo, si è analizzato l'uso delle sigle nelle serie TV cercando di capire come una canzone possa fungere da strumento per potenziare il senso narrativo della serie. Sono stati presentati diversi casi passando dalla sigla di "Orange is the New Black" a "Peaky Blinders", focalizzando l'attenzione sui rischi e le opportunità di questo strumento. In secondo luogo, la lezione si è concentrata sull'uso delle canzoni e dei suoi testi come strumento narrativo. Attraverso diversi esempi si è quindi sostenuto che la canzone può introdursi nella serie TV come performance, come elemento estetico dal forte potere evocativo, come marcatore narrativo, come citazione e come opera d'arte. In ultimo, il focus si è spostato sul sistema di scelta delle canzoni per le serie TV. A tal fine ci si è soffermati sul ruolo del music supervisor e dello showrunner quali figure necessarie per trasformare le canzoni in prodotti di altra natura al fine di creare il mood e lo stile narrativo della serie.

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/JPCEjnusInB1Ue2tGYpVgRbAr60=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/image3.2019-11-19-09-20-53.jpeg

Alle 17.00 il Palazzo Reale ha ospitato la conferenza “L'opportunità di un mercato globale per la musica italiana". In sala sono presenti l'assessore alla cultura del comune di Milano Filippo Del Corno, il consigliere di gestione SIAE Paola Dubini, il CEO Fimi Enzo Mazza, il presidente di ASSOMUSICA Vincenzo Spera, il presidente di NUOVOIMAIE Andrea Miccichè e il rapper Fred De Palma. Al tavolo, dunque, i maggiori esponenti della filiera discografica italiana che hanno contribuito alla realizzazione della Milano Music Week. Il panel viene coordinato dall’assessore Del Corno che illustra come il mercato globale sia diventato una sfida ed un’opportunità per l’industria musicale italiana. A tal proposito, tutti gli attori della filiera sono chiamati a fare fronte comune per far sì che la musica italiana sia presente od operativa per supportare questo cambiamento. Lo stesso concetto viene ripreso ed ampliato dal consigliere SIAE Dubini che, al fine di creare un maggior valore economico e culturale della musica, auspica una maggiore intesa con attori delle filiere estere. Al centro di un panel sulla globalizzazione della musica certo non poteva mancare una finestra sullo streaming e sul digitale che il CEO Fimi Enzo Mazza spiega e sintetizza con "Nonostante il momento storico in cui si alzano i muri lo streaming ha eliminato qualsiasi barriera". La parola passa al rapper Fred De Palma che racconta la sua esperienza e i fortunati duetti con artiste internazionali. Come ha sostenuto Miccichè, la musica è il prodotto culturale che maggiormente si adatta alla globalizzazione e la sfida della filiera è essere capaci di esportare il nostro modello culturale. Il panel si conclude con l’intervento di Spera che pone l’accento sulla necessità di maggiori sinergie a livello globale per creare un tessuto internazionale per l’intero mercato musicale.

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/_AFHYGvEkIenlPG4st_kfoHg8tE=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/image4.2019-11-19-09-20-54.jpeg

La prima giornata si è conclusa al Teatro Del Verme con il concerto di J-AX per Storytellers, programma televisivo musicale di VH1, che andrà in onda a dicembre sui canali Viacom. Dopo una breve presentazione da parte di Luca De Gennaro e Filippo Del Corno la musica è diventata la protagonista della serata. In un’inedita veste acustica, il rapper J-AX ha ripercorso la sua storia musicale riproponendo alcune delle iconiche canzoni che hanno portato gli Articolo 31 al successo. Non pochi sono stati gli aneddoti con cui il cantante milanese ha accompagnato molti dei suoi successi, tra cui “Non è un film” (“È una canzone che ho scritto per mia nonna e che ha salvato la mia carriera”), “Altra vita” (“Le nostre sofferenze smettono d’essere viste solo negativamente se riflettiamo su ciò che ci hanno permesso di diventare”) o “Piccoli per sempre” (“Siamo cresciuti tardi sognando vite migliori”). Sulle note di “Ostia Lido” e con la collaborazione di alcuni ragazzi del pubblico per riprodurre il balletto del video musicale, J-AX chiude la prima serata della terza edizione della Milano Music Week. 

Report di Diana Consolazio | Gabriele Di Giacomo | Roberta Leone | Matilde Scoglio | Anna Spisto, del Master in Comunicazione Musicale

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
22 gen
Scopri tutte le date

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.