Elio: 'Gaber, De Gregori e Battiato un'altra cosa rispetto ai rapper'

Stefano Belisari a ruota libera su pubblico di oggi, qualità della proposta musicale e talent show. E sulle Storie Tese dice che...

Elio: 'Gaber, De Gregori e Battiato un'altra cosa rispetto ai rapper'

Il già leader degli Elio e le Storie Tese Stefano Belisari ha rilasciato una lunga intervista a Silvia Luperini per "La Repubblica - Weekend". Ecco, di seguito, alcuni dei passaggi musicalmente più rilevanti delle dichiarazioni dell'artista milanese.

Sulle attività con gli Elio e le Storie Tese, ufficialmente sciolti:

"Mi esibirò con Rocco Tanica e come leader dei Thescissionisti, non so se è chiaro il riferimento a Thegiornalisti. Nel frattempo si sono sciolti anche loro, quindi ora posso dirlo: ero io che cantavo. (...) [Con gli Elio e le Storie Tese] siamo come Terminator che viene distrutto ma poi torna in una nuova forma"

Sulla scena musicale attuale:

"Una volta c'era un pubblico molto esigente. Forse troppo, se penso ai processi sul palcoscenico. Ma era il sintomo di una ricerca di qualità e di impegno. Ora il pubblico non vuole più un cazzo. Solo tranquillità, la musichetta in sottofondo mentre compra al supermercato. Se non sei alla moda non vai bene. Prima c'era un certo conformismo ma pure una grande creatività. Ora c'è conformismo e basta. Mi parlano dei rapper: io li ascolto e non ci trovo niente. Gaber, De Gregori, Battiato erano un' altra cosa".

Sui talent show (che in passato l'hanno visto coinvolto in prima persona come giudice di X Factor):

"[X Factor] non lo guardavo prima e non lo guardo adesso. E' come un master. Hai a disposizione i migliori professionisti ma dura solo tre mesi. Poi cominciano le difficoltà. Sono rimasto in contatto con Nathalie che ha vinto il mio primo X Factor e Shorty che è arrivato terzo. C' è dell'affetto".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.