I Nirvana possono procedere con la causa alla casa di moda Marc Jacobs

L'oggetto del contenzioso è la shirt con la 'faccina felice' resa nota dalla band di Seattle.
I Nirvana possono procedere con la causa alla casa di moda Marc Jacobs

I Nirvana possono procedere con la causa contro la Marc Jacobs, dopo che un giudice ha respinto la richiesta della casa di moda, inoltrata a marzo, di respingere il reclamo. La causa è stata presentata dai rappresentanti della band di Kurt Cobain nel dicembre dello scorso anno, l’oggetto del contenzioso è la maglietta con il logo del volto felice: i Nirvana sostengono che Marc Jacobs usa indebitamente una immagine legata a loro.

Questa maglietta faceva parte della collezione ‘Bootleg Redux Grunge’ di Marc Jacobs e presenta una versione rivisitata del logo. Invece di avere la X al posto degli occhi, ha le lettere M e J, iniziali del brand, e sopra la faccia, la parola ‘Nirvana’ è stata sostituita dalla parola ‘Heaven’ con il font usato dalla band.

Nella causa, la band ha accusato la Marc Jacobs di violazione del copyright, del marchio e di concorrenza sleale. La band ha anche affermato che Marc Jacobs ha usato il logo per ‘indurre in errore il pubblico a credere erroneamente che i Nirvana approvino l'intera collezione ‘Bootleg Redux Grunge’... quando i Nirvana non lo hanno fatto’.

Ora, il giudice statunitense John Kronstadt, come riporta l’NME, ha dichiarato che Marc Jacobs non ha motivi sufficienti per respingere la causa e che la denuncia originale dei Nirvana era sufficiente per portare avanti il ​​caso. Nella sua sentenza ha scritto che l'unica ‘differenza evidente’ tra le due shirt è l'uso delle lettere M e J per gli occhi invece della X. Ha inoltre affermato che le magliette di Marc Jacobs ‘hanno combinato l’artwork (il volto felice) con altri elementi distintivi della T-shirt dei Nirvana, come l'uso di linee gialle su sfondo nero e una collocazione simile del testo sopra l'immagine.’

Ha aggiunto che, ‘il problema presentato in merito al rischio di confusione non è se i marchi siano identici. Indica se sono sufficientemente simili ‘nella loro totalità’ per rendere probabile la confusione.’

Nel tentativo di evitare la causa, Marc Jacobs ha riconosciuto che il design era ‘ispirato alle magliette vintage dei concerti dei Nirvana degli anni Novanta’, sostenendo però che la loro maglia era unica perché il volto felice è stato ‘reinterpretato’ per includere il marchio Marc Jacobs con la M e la J negli occhi.

Clicca qui per vedere le due immagini e poterle confrontare tra loro.

Dall'archivio di Rockol - La pietra angolare del grunge: "Nevermind" dei Nirvana
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.