Polemiche sui biglietti dei concerti: la risposta degli organizzatori

Polemiche sui biglietti dei concerti: la risposta degli organizzatori
Continuano le proteste per la vendita dei biglietti dei grandi eventi musicali italiani, già affrontate in questi giorni da Rockol (vedi News). Il Corriere della Sera per l’occasione ha intervistato i principali organizzatori di concerti italiani. “Il dibattito sui prezzi dei concerti è sempre sterile e rischia di mettere in crisi un settore che per ora va a gonfie vele. I prezzi sono alti, è vero, ma vanno rapportati a costi di altri generi, dal vestiario alla platea della Scala”, spiega Roberto De Luca della ClearChannel, società che porterà in Italia il tour degli U2. “E poi questi personaggi arrivano ogni tanto. Con Vasco, che è una nostra produzione, e anche per scelta dell’artista scendiamo sui 30-50 euro”. Tra le tante critiche al sistema di vendita dei biglietti ci sono anche quelle legate al diritto di prevendita che cresce in proporzione al costo del biglietto. “Negli Stati Uniti se uno dell’ambiente musicale chiede all’impresario o all’artista dei biglietti paga un 20 per cento in più. Si chiama ‘on hold’, cioè un supplemento per aver evitato code e fastidi”.
Tra chi invece ha adottato una politica dei prezzi c’è Ferdinando Salzano della Friends & PArtners (gruppo ClearChannel), specializzata in gruppi italiani. “Io decido i prezzi in relazione alla tipologia di pubblico. Per esempio Biagio Antonacci che ha un pubblico giovane costa 22 euro prezzo unico nei Palasport. Per De Gregori c’è anche un pubblico meno giovane che cerca un po’ di comodità e introduco i posti numerati da 30 euro più prevendita. A teatro i prezzi aumentano perché la qualità del servizio offerta è superiore”, spiega Salzano. “Le tariffe sono sempre decise di comune accordo fra artista (o il suo management), l’agenzia mondiale e il local promoter: non credete a chi vi dice il contrario”. (Fonte: Corriere della Sera)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.