Concerti memorabili: David Bowie, Glastonbury 25 giugno 2000

“Emozioni, verità e backstage dei più leggendari concerti rock”: Massimo Cotto li racconta nel suo libro “Rock Live”, di cui proponiamo un estratto
Concerti memorabili: David Bowie, Glastonbury 25 giugno 2000

Glastonbury si trova nel Somerset, a trenta miglia da Bristol. Qui, secondo leggenda, si troverebbe, nascosto da qualche parte come un tesoro, il Sacro Graal, ovvero la coppa con la quale Gesù bevve nell’Ultima Cena per la nuova ed eterna alleanza e con cui Giuseppe d’Arimatea avrebbe raccolto il sangue di Cristo sulla croce, dopo la crocifissione.

Non è, ovviamente, per cercare il Sacro Gral che sono oggi a Glastonbury, il 25 giugno 2000, ma per vedere David Bowie. Ci saranno centomila persone, forse anche qualcuna in più.

È un Bowie terrorizzato quello che sale sul palco, lo dice lui stesso, per la paura di non saper condurre a termine questa esibizione, per colpa di una laringite che lo ha duramente provato in settimana. E invece diventerà una performance memorabile: 21 brani, praticamente un juke-box, il sogno di tutti gli amanti del Duca che abbandona le tentazioni artistiche degli ultimi anni e si concede una notte di soli successi, senza sperimentazioni, solo grandezza.

La band è quanto di più oliato ci possa essere: Earl Slick e Mark Plati alle chitarre, Mike Garson alle tastiere, Sterling Campbell alla batteria, Holly Palmer, Emm Gryner e la grande Gail-Ann Dorsey ai cori. Asseconda Bowie in modo perfetto. Lui bellissimo, giacca lunga di Alexander McQueen dal motivo floreale e capelli lunghi e mossi. Praticamente un Dio. Parla molto tra un brano e l’altro, racconta aneddoti, gioca, sdrammatizza e poi piazza uno dei suoi memorabili brani. Qualche titolo? “Fame”, “All The Young Dudes” (scritta per i Mott The Hoople di Ian Hunter), “Rebel Rebel”, “Ziggy Stardust”, “Station To Station” (dove Bowie, pur non essendo al meglio vocalmente, arriva puntuale a ogni stazione), “Life On Mars?” (con un intro di piano pazzesco), “Heroes” (sempre magica), “Starman”, “Under Pressure” (in duetto con Gail-Ann Dorsey), “China Girl”, “Changes” (meno teatrale e più raccolta del solito), “Absolute Beginners” (che Bowie introduce come la sua canzone preferita degli anni Ottanta). Indimenticabile.

Con quella scaletta Bowie non solo si riappropriò di un passato che aveva chiuso a chiave in un cassetto, ma diede una lezione al mondo intero, che cominciava a coltivare il dubbio che avesse già dato il meglio di sé.

Questo testo è tratto, per gentile concessione dell’autore e dell’editore, che ringraziamo, dal libro “Rock Live” di Massimo Cotto, edito da Mondadori (275 pagine, 18 euro), al quale rimandiamo per la lettura completa del capitolo relativo e per tutti gli altri concerti in esso raccontati.

https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/cq1bazZD033ePhsXgzslrLJ1RBM=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/rocklivecottocopertina.jpg

Dall'archivio di Rockol - La storia di "The rise and fall of Ziggy Stardust and the Spiders from Mars" di David Bowie
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.