Taylor Hawkins ricorda il peggior concerto dei Foo Fighters

Il batterista della band di Dave Grohl a precisa domanda risponde.

Taylor Hawkins ricorda il peggior concerto dei Foo Fighters

Il batterista dei Foo Fighters Taylor Hawkins, che la scorsa settimana ha pubblicato il suo terzo album solista “Get the Money”, è stato ospite degli studi della britannica Radio X e, a domanda del conduttore, ha ricordato quale è stato il peggior concerto di sempre della band guidata da Dave Grohl.

Queste le parole di Hawkins:

“Oh mio Dio, il peggior concerto di sempre? Aprivamo per i Chili Peppers. Questo è stato negli anni '90, alla fine degli anni '90, forse nel 2000. Avevamo deciso, dato che era l'ultimo concerto (del tour)... prima di tutto abbiamo fatto cadere un migliaio di palline da golf sulle loro teste, e poi la pasta... su tutta la band...”.

Ha continuato dicendo che anche i Red Hot ‘hanno fatto qualcosa’ per rappresaglia, ma hanno detto che ‘non fu un grosso problema’”. Chiestogli come hanno risposto allo scherzo Kiedis e compagni, Hawkins ha detto: “Sono stati molto sportivi. Chad (Smith, il batterista dei Red Hot Chili Peppers) è ancora uno dei miei migliori amici.”

Ha poi rivelato come fu una pesante seduta di bevute prima del live di quella sera a far fare ai Foo Fighters un concerto disastroso.

“Eravamo ubriachi fradici prima di salire sul palco, non potevamo nemmeno suonare. Penso che abbiamo letteralmente suonato tre canzoni e poi ci siamo stesi sul palco. La gente ci ha fischiato, è stato un punto davvero basso”.

Qualche giorno fa Taylor Hawkins aveva rivelato, in un’altra intervista, che una ventina di anni fa aveva rifiutato un'offerta di Axl Rose per unirsi ai Guns N'Roses dopo aver chiesto consiglio al batterista dei Queen Roger Taylor.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.