Quella volta che i Black Crowes spaventarono gli Oasis

Una storia di molto tempo fa, bisogna tornare indietro nel tempo fino al 2001.

Quella volta che i Black Crowes spaventarono gli Oasis

Se parliamo di fratelli coltelli, Liam e Noel Gallagher hanno davvero poco da imparare. Ma ci fu una volta che, a proposito di veleno familiare, anche loro si spaventarono.

Ne hanno parlato Rich e Chris Robinson nel salotto di Howard Stern dove erano ospiti per promuovere il reunion tour dei Black Crowes per celebrare i trenta anni dall’uscita del loro album di esordio “Shake Your Money Maker” che prenderà il via da Austin (Texas) nel giugno del prossimo anno e si protrarrà per 46 concerti. Ieri sera, 11 novembre, i Black Crowes si sono esibiti alla Bowery Ballroom di New York. Era il loro primo spettacolo dall’otto febbraio 2014.

La storia raccontata dai Robinson risale al 2001 e al tour ironicamente denominato ‘Tour of Brotherly Love’ (tour dell’amore fraterno) che vedeva il doppio bill Oasis/Black Crowes. Dice Rich:

“Li abbiamo spaventati. Si sentivano tipo, ‘Wow, questo è davvero intenso anche per noi’". Il chitarrista della band di Atlanta ha ricordato in particolar modo una furiosa lite prima di un concerto al Merriweather Post Pavilion di Columbia, in Maryland: “Chris era in ritardo per il soundcheck e tutti erano fuori di testa. Quindi, lui e io siamo entrati e il nostro tour manager è uscito, Liam e Noel erano fuori dalla porta e si dicevano: ‘Ascolta qui. Porca puttana.’”

Chris sul rapporto con il fratello la prende con filosofia:

“Don e Phil Everly, non si amavano. Ray e Dave Davies, avevano problemi ... Se dovessimo rifarlo di nuovo, non cambierei nulla”. E Rich aggiunge: “L'esperienza insegna. Molte volte sono le cose più difficili della vita che ti sono da lezione”.

Nonostante gli innegabili problemi avuti tra loro, i fratelli Robinson affermano di trovare una specie di armonia quando compongono, dice Rich: "Lì tutto se ne andava via”. E Chris dice: “E sai perché? Non c’era nessuno in giro a scherzare con noi. Non avevamo nessuno del management o degli altri ragazzi della band, né qualcuno con qualche tipo di (agenda) per dividere e conquistare”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.