Kirk Hammett: “I Metallica bocciano spesso le mie idee”

Il chitarrista dei Metallica ha raccontato: “Vorrei sempre dire molto di più, ma non posso”

Kirk Hammett: “I Metallica bocciano spesso le mie idee”

Kirk Hammett, il chitarrista della band capitanata da James Hetfield, ha partecipato alla serie di interviste della rivista statunitense Rolling Stone “Musicians on Musicians” - che propone incontri tra diversi esponenti della musica internazionale. Come quello tra Ringo Starr e Dave Grohl, in cui l'ex Beatle ha ricordato il giorno in cui John Lennon è stato ucciso.

L’addetto alle sei corde dei Metallica ha chiacchierato con Annie Clark, nota con il nome d'arte di St. Vincent. L’intervista congiunta ha visto i due artisti argomentare sul processo creativo, i brividi che mette, e degli aspetti più difficili dell’essere musicista. Il chitarrista dei Four Horsemen ha così espresso la sua frustrazione riguardo il suo scarso coinvolgimento sulla stesura degli album dei Metallica.

Kirk Hammett ha detto a St. Vincent:

“Ritieni che i tuoi dischi rappresentino adeguatamente le tue capacità? Io sento sempre di avere molto altro da dire sull'album, ma non posso dirlo.”

Il chitarrista ha poi aggiunto:

“È pazzesco, perché sono così curioso riguardo alla musica in generale. Posso suonare un sacco di cose diverse. Suono un po’ di jazz, bossa nova, blues, gypsy jazz, le fottute ballad dell’est Europa. Suono tutti questi generi. Ma nessuno lo sa che so farlo. È pazzesco.”

Hammett ha poi ammesso: "Cerco sempre di inserire voci e accordi jazz, qualche tecnica particolare qua e là nel lavoro dei Metallica”. Alla domanda se le sue idee siano mai state bocciate Kirk ha risposto: “Sempre”, dicendo che Hetfield e soci gli direbbero che sono qualcosa di troppo blues e ha aggiunto. “Io sono del tipo ‘Che cazzo, è solo uno slide. Va bene, non importa.”

In una recente intervista con Cosmo Music Kirk Hammett ha raccontato di aver lavorato a diverse grandiose idee su un futuro album dei Metallica. In attesa dell’ideale seguito di “Hardwired…to Self-Destruct” (leggi qui la nostra recensione) - i Four Horsemen hanno annunciato saranno impegnati in cinque importanti festival negli Stati Uniti il prossimo anno. Solo lo scorso mese di settembre la formazione californiana si era vista costretta a posticipare il tour in Australia e Nuova Zelanda per permettere a James Hetfield di intraprendere un percorso in un centro di riabilitazione per il recupero dalla dipendenza.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.