La reunion dei Rage Against the Machine segna la fine dei Prophets of Rage

Dopo la notizia che la band di Tom Morello e Zach De La Rocha ha annunciato cinque concerti per il 2020, B-Real e Chuck D hanno detto la loro

La reunion dei Rage Against the Machine segna la fine dei Prophets of Rage

La notizia sulla reunion della band di Tom Morello e Zach De La Rocha, che ha annunciato cinque concerti per il 2020, ha fatto fare i salti di gioia ai fan dei Rage Against the Machine e forse un po' meno a colleghi e al pubblico affezionato anche al progetto parallelo di alcuni componenti del gruppo statuinense.

Chuck D e B-Real, membri del supergruppo Prophets of Rage - formato nel 2016 insieme a Morello, Brad Wilk e Tim Commerford dei R.A.T.M - hanno pubblicato sui social le loro considerazioni riguardo alla reunion della formazione di “Bullet in the head”.

Su Instagram il rapper statunitense - di origini messicane e cubane - ha pubblicato una foto accompagnata da una didascalia in cui ha scritto: “Abbiamo vissuto un gran momento e grandi ricordi in poco tempo. Suonare a fianco di Chuck e Tom è stato incredibile per non dire altro.” B-Real ha poi aggiunto:

“È stato divertente finché è durato e spero che abbiamo lasciato una grande impressione e che la musica sia stata una fonte di ispirazione per coloro che ne avevano bisogno. Questo era lo scopo che ci ha uniti. Quindi dico di tenervi tutti informati, rimanete coinvolti e combattete una battaglia positiva.”

Al commento di un fan che ha chiesto se è la fine dei Prophets of Rage il rapper ha risposto scrivendo un semplice “Sì”.

La reazione di Chuck D è arrivata invece su Twitter e con un post il rapper statunitense ha detto: “Si trattava di fare qualcosa di più grande di sé.”

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.