Milano, c'è chi non vuole i concerti al nuovo stadio

In seguito alla presentazione del progetto di una nuova struttura che sostituisca lo storico Meazza, tra gli enti chiamati a esprimere un parere in merito alla fattibilità c'è chi propone: 'Porte aperte solo allo sport'

Milano, c'è chi non vuole i concerti al nuovo stadio

Nella giornata di ieri, mercoledì 16 ottobre, sul sito del Comune di Milano è stato pubblicato il verbale della Conferenza dei Servizi riunitasi per esprimere un parere in merito al progetto presentato da Inter e Milan per la costruzione di un nuovo stadio nel capoluogo lombardo. Il documento, scaricabile a questo indirizzo, raccoglie i giudizi di tutti i soggetti interessati al processo di trasformazione urbanistica che la costruzione della nuova struttura - ideale erede dello storico Meazza di San Siro - andrebbe a implicare. Tra i contributi messi a verbale c'è anche quello di ATS, l’Agenzia di Tutela della Salute della città metropolitana di Milano, che al primo punto del proprio intervento, scrive:

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/LEDFR1EthcWWlQPHM57XYPcb-_I=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/atssatdio.jpg

"Al fine di prevenire criticità relative all'inquinamento acustico è auspicabile che l'utilizzo del nuovo stadio di Milano sia indirizzato prioritariamente ad avvenimenti a carattere sportivo"

Il parere espresso da ATS non porterà necessariamente la società che sarà chiamata a gestire l'ipotetica nuova struttura a chiudere le porte dello stadio ai grandi eventi musicali. Come si legge nello stesso verbale qualche pagina dopo, l'Unità Autorizzazioni Ambientali e Gestione del Territorio della Direzione Transizione Ambientale Area Risorse Idriche e Igiene Ambientale, nei propri rilievi al progetto presentato per il successore del Meazza, specifica:

"Sulla base dei risultati delle misurazioni il TCA [il tecnico competente in acustica Lucio Visintini] individua criticità per la situazione attuale connesse allo svolgimento delle manifestazioni musicali e degli eventi sportivi e rimanda ad una fase successiva l’esecuzione di campagne di monitoraggio a lungo termine. (...) In considerazione dell’attuale fase di progetto il TCA dichiara che le valutazioni sono di tipo qualitativo e hanno l’obiettivo di mostrare che il nuovo stadio garantirà una riduzione dell’impatto acustico presso i recettori esistenti e che è raggiungibile l’obiettivo di uno stadio a 'impatto acustico zero'. (...) La valutazione di impatto acustico del nuovo stadio presenta risultati che consentono di stimare in via preliminare una riduzione dei livelli di rumore soprattutto in riferimento allo svolgimento di eventi sportivi e manifestazioni musicali". 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.