Ronnie Wood e la sua dipendenza dall'uso di cocaina

Nel documentario 'Somebody up there likes me’, il chitarrista dei Rolling Stones racconta alcuni periodo bui della sua vita come l’abuso di sostanze stupefacenti: ‘Alle feste usavo un becco di Bunsen per fumare cocaina’
Ronnie Wood e la sua dipendenza dall'uso di cocaina

È stato presentato lo scorso 12 ottobre al London Film Festival il documentario sulla vita del chitarrista dei Rolling Stones, "Somebody up there likes me", che - come ha spiegato il regista Mike Figgis - ripercorre sia i momenti più bui che hanno segnato la carriera di Ronnie Wood sia gli interessi extra-musicali dell'artista, come per esempio la pittura.

Sulla sua dipendenza dall’uso di cocaina, la leggenda britannica delle sei corde - sodale di Mick Jagger e Keith Richards, già nelle formazioni di Faces, Small Faces e Jeff Beck Group Describing - ha detto:

"Mi ci sono voluti tre anni per smettere. Adoravo quello schifo. Portavo con me la coca ovunque io andassi. Pensavo che fosse la cosa migliore da fare. Alle feste dicevo a tutti: ‘Provatela’, prendevo un becco di Bunsen, pipe e tutto per fumarla. Tutti mi dicevano ‘Sei completamente fuori’ e io adoravo tutto questo.”

Sulla sua sobrietà Wood ha detto: “È difficile perchè attraversi un periodo in cui sei pulito e pensi ‘Ce l’ho fatta, potrei usare la cocaina ancora solo per una volta’. Ma non puoi. Io sono una persona che si appassiona molto alle cose ed è una cosa positiva per alcuni ambiti come la musica ma è dannoso quando ti accanisci sull’uso di droghe e alcol”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.