Clash, 40 anni di 'London Calling': le migliori cover delle canzoni del disco (1 / 19)

Dalla title track a 'Train in Vain', passando da 'Spanish Bombs', 'Lost in the supermarkets', 'Guns of Brixton' e 'Revolution Rock', ecco una versione 'tribute' del terzo disco della band di Joe Strummer

Clash, 40 anni di 'London Calling': le migliori cover delle canzoni del disco

Il 14 dicembre del 1979 i Clash pubblicano "London Calling", il loro terzo album in studio e pietra miliare della storia del rock.

Un album doppio che su insistenza della band fu venduto al prezzo di un album singolo, che arrivava dopo il mezzo passo falso di "Give 'Em Enough Rope" e che consacrerà definitivamente la band anche nel territorio degli Stati Uniti. "Specially piriced two record set. Eighteen new songs from the only band that matters" recitava l'adesivo sulla copertina. Joe Strummer però lo bollerà come "stronzate della casa discografica" e forse non aveva tutti i torti dato che innanzi tutto le canzoni sono diciannove e non diciotto! "London calling" si chiude infatti con una "ghost track", la celebre "Train in Vain" non accreditata nella prima edizione del disco. La stampa musicale lo accoglierà trionfalmente, ad eccezione del settimanale inglese Sounds che lo liquiderà con due stellette nella recensione del poco lungimirante Garry Bushnell.

Per festeggiare i 40 anni del capolavoro dei Clash ci siamo divertiti a realizzare una versione "alternativa" dell'album, scegliendo le 16 migliori cover e le 3 versioni originali delle cover che la band inglese inserì nell'album.

Un viaggio tra gli Stati Uniti, la Spagna, la Gran Bretagna, la Francia e l'Italia, spaziando dal punk alla bossa nova, dal folk al reggae.

Maurilio Giordana (titolare del blog “MyWay”)

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.