'Masters Volume 2', ricordando Lucio Battisti: la testimonianza di Mario Lavezzi

Un estratto dal booklet della raccolta rimasterizzata a 192KH/24bit che completa l’opera omnia del mito di Poggio Bustone
'Masters Volume 2', ricordando Lucio Battisti: la testimonianza di Mario Lavezzi

Dopo l’esperienza come membro dei Camaleonti, Mario Lavezzi entrò a far parte della squadra dell’etichetta “Numero Uno” come autore, produttore e interprete. E’ in quel periodo che nacquero la frequentazione e l’amicizia con Lucio Battisti, con il quale ha spesso collaborato come chitarrista. Ecco alcuni brani della sua testimonianza raccolta nel booklet originale di “Masters Volume 2”

“Come chitarrista non era un virtuoso, e difatti chiamava me o Alberto Radius o Franco Mussida. Ma quando la chitarra era lo strumento di accompagnamento, se lo faceva da solo. C’erano parti di chitarra che nessuno, a parte lui, avrebbe potuto fare”. 

“Era molto selettivo: ascoltava molta musica soprattutto americana, dalla quale prendeva spunto per ricercare la sua formula musicale. Era molto esigente già con se stesso. Nei Campioni aveva fatto una bella gavetta: nelle serate dal vivo si arrivava a suonare 200 canzoni, e inevitabilmente imparavi anche come si costruisce una canzone”.

“Mi dispiacque moltissimo il divorzio da Mogol. la loro coppia sarebbe dovuta durare per sempre. Ma lui voleva sperimentare; ed è come se lui abbia voluto fare un salto a piè pari in un mondo completamente diverso”.

“Lucio era basico, quintessenziale. A volte ascoltava gli arrangiamenti e diceva che c’era troppa confusione, troppa roba; voleva asciugare i brani, renderli meno carichi possibile di suoni”. 

“Ha fatto un esperimento di tournée, poi non ha fatto più nulla dal vivo perché la dimensione del live non gli apparteneva. Pensate a cosa avrebbe potuto fare, se lo avesse voluto: avrebbe riempito gli stadi”.

Testo a cura di Paolo Maiorino, estratto tratto da intervista con Mario Lavezzi.

Dall'archivio di Rockol - Lucio Battisti: 6 pillole di saggezza
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.