Brunori Sas, "Al di là dell'amore": l'ascolto del nuovo singolo

E' arrivato il primo estratto dal nuovo album del cantautore calabrese, che denuncia: "Fanno finta non vedere, fanno finta di non sapere che si tratta di uomini, di donne e di uomini"

Brunori Sas, "Al di là dell'amore": l'ascolto del nuovo singolo

"Ma questi vogliono solo urlare / alzare le casse e fare rumore / fuori dal torto e dalla ragione / branco di cani senza padrone": il nuovo singolo di Brunori Sas, disponibile da oggi, giovedì 19 settembre, è un inno su quant'è difficile restare coerenti, puliti nelle intenzioni e fedeli "alla linea" ("la linea qual è?") in un mondo in cui tutti parlano a voce alta e sono convinti di avere la verità in tasca. Scritta da Dario Brunori e Antonio Di Martino, "Al di là dell'amore" segna il ritorno in grande stile di Brunori Sas sulle scene discografiche a distanza di quasi tre anni dall'ultimo album "A casa tutto bene", che grazie a brani come "La verità", "Canzone contro la paura" e "L'uomo nero" aveva consacrato il cantautore calabrese come uno degli artisti di punta del cantautorato italiano contemporaneo.

Brunori torna per confermarsi. E per fare il salto: arrivare ad un pubblico più ampio (non a caso ha annunciato che il tour legato al nuovo disco lo vedrà esibirsi per la prima volta in carriera nei palasport, a dieci anni di distanza dal suo esordio discografico ufficiale). Ma senza snaturarsi, come testimonia questa nuova canzone. Se le atmosfere sembrano più aggressive e radiofoniche rispetto a quanto proposto dal cantautore calabrese fino ad oggi (la produzione è curata insieme a Taketo Gohara, che ha aiutato Brunori a dare un suono granitico e potente al pezzo, tra Ivan Graziani e il Battisti degli anni '80), nel testo non rinuncia alla forza delle parole.

In tre minuti e mezzo si alternano stati d'animo diversi. Disincanto, sarcasmo, amarezza ("E fanno finta di non vedere che si tratta di uomini / di donne e di uomini"), rimpianto, ma anche fiducia: "Vedrai che andrà bene / Andrà tutto bene / tu devi solo metterti a camminare / e raggiungere la cima di montagne nuove", canta Brunori nel ritornello, che è un invito a lavorare anzitutto su sé stessi, per non perdere la strada, quasi riprendendo l'incipit di "La verità" ("Te ne sei accorto, sì / che parti per scalare le montagne / e poi ti fermi al primo ristorante / e non ci pensi più").

Il tour di Brunori Sas nei palasport partirà il 3 marzo dal PalaInvent di Jesolo e chiuderà il 5 aprile al PalaCalafiore di Reggio Calabria. Questo il calendario completo:

3 marzo 2020 - Jesolo (VE) @ PalaInvent
7 marzo 2020 - Torino @ Pala Alpitour
13 marzo 2020 - Assago (MI) @ Mediolanum Forum
15 marzo 2020 - Casalecchio di Reno (BO) @ Unipol Arena
21 marzo 20202 - Firenze @ Mandela Forum
24 marzo 2020 - Ancona @ PalaPrometeo
27 marzo 2020 - Roma @ Palazzo Dello Sport
28 marzo 2020 - Napoli @ PalaPartenope
3 aprile 2020 - Bari @ PalaFlorio
5 aprile 2020 - Reggio Calabria @ PalaCalafiore

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
3 mar
Scopri tutte le date

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.