Morgan dopo lo sfratto: 'Vivo tra gli insetti, non lavoro più'

L'amaro sfogo del già leader dei Bluvertigo dopo la perdita della sua residenza brianzola

Morgan dopo lo sfratto: 'Vivo tra gli insetti, non lavoro più'

In attesa dell'avvio "reale" dell'iniziativa che l'avrebbe visto pubblicare "un inedito al giorno" a partire dallo scorso 19 agosto - a oggi, 10 settembre, i canali social del polistrumentista e cantautore brianzolo parlano di un "sito apposito" pronto "prossimamente" sul quale registrarsi per aderire all'iniziativa, ma senza fornire ulteriori dettagli in merito - Morgan ha concesso un'intervista alla trasmissione radiofonica di RaiRadio2 "I Lunatici", dove ha parlato della sua condizione dopo lo sfratto dalla sua abitazione di Monza.

"C'è un giudice che è il paladino degli sfratti", ha chiarito l'artista riguardo la vicenda giudiziaria che l'ha visto protagonista suo malgrado: "Peggio del giudice della canzone di De Andrè, che diventa giudice solo per poter mandare al patibolo la gente. I giudici dovrebbero giudicare, lo dice la parola stessa. Prendi una questione, ne valuti gli aspetti, pesi e capisci cosa pesa di più. Non fai a priori tutto. Il giudice che ho incontrato io non è un giudice, è uno che non si sa perché è lì, è uno sbruffone".

Morgan ha informato pubblico e fan circa la sua attuale situazione: "Sto molto male, non sono più lo stesso. Uno non ci pensa, ma quello che mi è successo equivale a uno stupro. (...) Ora sono in uno sgabuzzino a Chinatown, a Milano, con un sacco di insetti. Non sto più lavorando, prima facevo un sacco di cose, ora non faccio più niente".

Morgan sarà impegnato come conduttore radiofonico, proprio su RaiRadio2, dal prossimo sabato 14 settembre (dalle 22 alle 23) con la trasmissione Cantautoradio.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
FRANCESCO DE GREGORI
Scopri qui tutti i vinili!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.