NUOVOIMAIE a Il Jazz Italiano nelle Terre del Sisma: il video

E' disponibile l'aftermovie della manifestazione che alla fine del mese scorso ha portato la grande musica nelle terre colpite dai terremoti degli ultimi anni: quando la musica 'celebra le città per esprimere solidarietà al territorio'

NUOVOIMAIE a Il Jazz Italiano nelle Terre del Sisma: il video

Si è conclusa lo scorso primo settembre a L'Aquila l'edizione 2019 di Il Jazz Italiano nelle Terre del Sisma, maratona benefica - sostenuta da NUOVOIMAIE - iniziata il 24 agosto scorso con una marcia solidale che ha toccato i centri di Camerino, Fiastra, Ussita, Castelluccio di Norcia, Accumuli, Amatrice e altre cittadine colpite dagli episodi sismici degli ultimi anni e culminata con i live set sparsi nel capoluogo abruzzese, che ha visto alternarsi sui propri palchi tanto big della canzone italiana come  Ornella Vanoni e Fabio Concato quanto figure di spicco della scena jazz tricolore come Simona Faraone, Emanuela Di Benedetto, Stefania Tallini, Simona Severini, Roberta Brighi, Marcella Carboni, Caterina Palazzi e Ada Montellanico, storica organizzatrice della rassegna che ha contribuito anche come artista ad arricchire il cartellone del festival.

Il resoconto in video della manifestazione - disponibile nel frame visibile qui sopra - alterna a immagini riprese durante gli show proposti al pubblico gli interventi di organizzatori e sostenitori del festival.

"Far partire questa maratona dalla Casa dello Studente [struttura che ospitava gli universitari fuori sede nel crollo della quale, durante la scossa del 6 aprile 2009, persero la vita otto giovani, ndr] ha un significato particolare: la vostra presenza ci offre l'opportunità di condividere la memoria", ha spiegato il direttore artistico di Il Jazz Italiano per le Terre del Sisma Paolo Fresu: "Quando la musica serve per raccontare il passato e sottolineare il presente noi siamo fieri di questo".

"Abbiamo voluto dedicare questa manifestazione alle donne musiciste", ha ribadito Ada Montellanico, artista, storica organizzatrice di Il Jazz Italiano per le Terre del Sisma e delegata NUOVOIMAIE per la musica: "Siamo tantissime, abbiamo bisogno di più spazio, più di quello che i festival e gli eventi usualmente ci assegnano, perché i progetti sono molti e davvero molto interessanti. Ci sono artiste di varie generazioni, con stili diversi: tutto è centrato sulla creatività femminile, e questa è una cosa che mi rende molto orgogliosa. Occorre dare più ascolto e conoscere di più questi incredibili progetti di donne".

"Il Jazz Italiano nelle Terre del Sisma è un evento molto importante, in cui centinaia di artisti celebrano la città e attraverso la musica trovano una chiave per unirsi ed essere solidali con il territorio", le ha fatto eco il presidente di NUOVOIMAIE Andrea Micciché, al quale si è aggiunta anche la voce del delegato dell'Istituto per la musica Claudio Carboni: "E' un onore per me essere qui a L'Aquila, ed è un grande piacere avere il supporto di NUOVOIMAIE per questo festival, che è un sostegno alle terre traumatizzate dal terremoto e un modo per ridare speranza, attraverso la musica".

Leggi qui le puntate precedenti di Osservatorio NUOVOIMAIE.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.