Indiemood sessions, Capitano Merletti nei canali di Venezia

Una nuova puntata del format dedicato all'indie: musicisti in giro per i canali della città lagunare, con le loro canzoni e una chitarra
Indiemood sessions, Capitano Merletti nei canali di Venezia

Dalle liquidità dello spazio: la musica di Capitano Merletti è un trip interstellare tra l'elettronica dal
gusto vintage e il folk rock psichedelico; una voce morbida fluttua sopra ballate pop senza gravità, i bassi groovy e le tessiture di synth rendono la sua musica uno strano incontro tra i brani meno concreti dei Beatles e il pop dei Kings of Convenience, immersi in un'atmosfera da calda nostalgia di certe colonne sonore d'epoca. 

Capitano Merletti, polistrumentista, compositore e autore, ha collaborato come musicista e produttore indipendente con Chinasky, Maya Galattici, Cosmic Bloom, Charles Wallace, Homesick Suni, Caravanserai, Dnezzar, DonnaKatya, Superfeed e Lina Sari. Ha diviso il palco con Fatboy Slim, Maximo Park, Yuppie Flu, Marta sui Tubi, Marlene Kuntz, Brunori Sas, Tre Allegri Ragazzi Morti, Levante e molti altri. Ha pubblicato il suo primo album solista nel 2016: “Watch Out for Satellites and Asteroids” (Garage Records). 
Il suo secondo disco: “Shortwaves from the U.F.O. Channel” è una raccolta di outtakes, inediti e brani in versione alternativa, uscito per Pipapop Records nel 2018. Capitano Merletti ci trasporta nella sua astronave
psichedelica, affascinato com'è da stelle e visioni non proprio terrene, mettendoci dentro la fantascienza, l'amore, i dialoghi con dio e i sogni, soprattutto i sogni ad occhi aperti. Un Syd Barrett che al mattino torna in sé
e vi informa su com'è andata la sua nottata, un Piccolo Principe partorito da uno scrittore sci-fi, con buona pace della definizione di generi, di chi vuole mettere dei paletti alla fantasia. Nelle nostre sessions ci regala “The Summer is New”.

“E’ rilassante suonare sull’acqua, Venezia sa essere silenziosa tra le calli, restituisce
un riverbero naturale e sembra di stare in una specie di anfiteatro all’aperto,
naturale. L’acqua è un elemento che si sposa bene con la musica, mi ci trovo a mio agio.”

 


“Tell me, where did you go?
In the woods, into the trees
On that endless your gone
Are you whisperin’ to the sun?
With that strew of wreckage
Forever at the end of your road…"
(The Summer is New – Capitano Merletti)

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.