L’Aura, arriva l’esordio ‘Okomuki’: ‘Non ho nessuna aspettativa’

L’Aura, arriva l’esordio ‘Okomuki’: ‘Non ho nessuna aspettativa’
Messasi in luce con il singolo “Radio star”, la giovane artista L’Aura pubblicherà il suo album, dal titolo “Okomuki”, il prossimo 22 aprile: abbiamo incontrato la cantante a Milano, per parlare del disco e delle aspettative che ripone in esso.

“E’ un album in parte autobiografico”, ci spiega L'Aura, “Le canzoni raccolte all’interno del Cd sono state scritte negli ultimi cinque anni e raccontano di storie che ho vissuto in prima persona. Negli ultimi tempi sono state modificate leggermente dai discografici e dai produttori, ma il risultato ottenuto mi ha estremamente soddisfatta”.
“Okomuki” uscirà su etichetta Sony, e L’Aura ci parla dell’incontro con il suo manager Andrea Bariselli: “Ho incontrato Andrea cinque anni fa”, precisa l’artista, “quando ancora ero in prima liceo. Ci siamo conosciuti in una chat, e da lì è nata la collaborazione e l’idea di produrre l’album. E’ stato lui che ha reso fattibile in senso tecnico la realizzazione del disco: fosse stato per me sarei ancora nella mia cameretta a scrivere. Non sono molto propensa a mantenere i contatti con le persone, perché a mio parere per un artista è stancante fare 'pubbliche relazioni'”.
Nel disco sono presenti undici brani inediti cantati in inglese e anche in italiano (“Piove”, “Una favola”, “Domani”, “Lettera d’amore” e “Alice”): “Ogni brano”, precisa la cantante, “ha una sua ragione d'essere, e capisci che le canzoni sono quelle giuste quando durante le prove e le registrazioni tutto è perfetto. Mi piace scrivere e cantare in inglese”, aggiunge la cantante: “ho vissuto due anni a San Francisco e ho imparato a esprimermi bene, ma considero la lingua italiana la migliore per spiegare un concetto: la trovo più ricca, e a me piace molto giocare con i significati e le parole”.

Il primo singolo estratto dall’album “Okomuki” è “Radio star”, e la scelta di proporre in radio questo brano è stata principalmente di L’Aura e del suo manager: “Molti non pensavano che fosse il brano adatto”, afferma la cantante, “Secondo alcuni non era abbastanza commerciale, mentre a me e ad Andrea sembrava quello giusto, il più diretto, il più spiazzante, e così è stato”. “Probabilmente”, prosegue la cantante, “anche il secondo singolo sarà in inglese. Io ed Andrea siamo indecisi tra ‘Today’ e ‘Breathing’”.
Che aspettative ha L’Aura per il suo primo progetto discografico? “Sinceramente non ho nessuna aspettativa”, risponde decisa la cantante, “Le aspettative le lascio a casa. Non ci trovo gusto nell’aspettarmi qualcosa dal futuro, anche perché il futuro te lo costruisci lavorando sodo”.
Nell’album si ritrovano molte melodie blues rispetto alle sonorità rock-pop del singolo “Radio star”: “Ho avuto molte influenze”, precisa l’artista, “A partire dagli Slayer che fanno heavy metal, per poi passare dalla musica psichedelica e arrivare fino alla musica jazz e blues che adoro. Mi piace molto anche Mike Patton come personaggio, ma se in futuro avessi la possibilità di collaborare con qualcuno, mi piacerebbe lavorare con i Type O Negative e in particolar modo con il cantante Peter Steele”.

Chiediamo a L’Aura di spiegarci da dove è nata l’idea del titolo “Okomuki”: “Okomuki è una parola giapponese”, spiega divertita la cantante, “E’ il termine che in Giappone utilizzano per definire una parte della casa: è la zona più calda e intima, in poche parole ‘il cuore’ della casa”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.