Iron Maiden, concerto sospeso e accuse di violenza alla security. Video

Bruce Dickinson interrompe uno show a Tacoma, Washington, e dal palco annuncia scioccato: 'E' la prima volta che ci succede. Chi ha picchiato il nostro fan è un criminale e un bullo'. Ma...

Iron Maiden, concerto sospeso e accuse di violenza alla security. Video

Un brutto episodio di violenza - le cui circostanze, tuttavia, sono ancora tutte da chiarire - ha macchiato un concerto tenuto dagli Iron Maiden lo scorso 5 settembre a Tacoma, nello stato dello Washington: uno degli spettatori presenti allo show della veterana heavy metal band britannica è stato tratto in stato di fermo dalle autorità locali dopo un violento alterco con gli addetti alla security presenti in sala. Lo spettatore, secondo quanto riferito anche dal frontman del gruppo di "The Number of the Beast", ha avuto la peggio.

Sulla dinamica dei fatti, al momento, c'è pochissima chiarezza. Il primo a fare luce sull'accaduto, mentre la serata era ancora in corso, è stato lo stesso cantante di Worksop, classe '58, che - dopo aver interrotto il concerto - ha informato il pubblico dell'episodio del quale è stato testimone.

Caricamento video in corso Link

"C'è un fan degli Iron Maiden nel backstage al quale dieci addetti alla security hanno rotto il culo", ha spiegato, visibilmente alterato, l'artista: "Ho visto uno stewart sporgersi dalla transenna e dare quattro pugni in faccia a un ragazzo. Poi gli sono saltati addosso in dieci. Dieci! Non è un cazzo di incontro di MMA, perché se lo fosse ci sarebbe anche un arbitro. Durante questo tour abbiamo suonato per molte centinaia di migliaia di persone, e una cosa del genere non ci è mai successa. Non sono al corrente di tutto quello che sta succedendo qui, stasera, non so se qualcuno è diventato pazzo, e spero che quel ragazzo venga medicato in ospedale, perché adesso ha in testa delle ferite aperte che sanguinano".

"Se qualcuno di voi ha dei filmati di qualsiasi tipo che possano aiutare a individuare e il criminale del cazzo responsabile di tutto questo si faccia avanti. E' stata una cosa non necessaria e stupida. E' stato un atto di bullismo, niente di più. Ecco perché la canzone che suoneremo adesso, 'The Evil That Men Do' ['Il male che gli uomini possono fare', da 'Seventh Son of a Seventh Son' del 1988] è quanto mai appropriata".

La testata locale Tacoma News Tribune, tuttavia, riferisce una ricostruzione dell'accaduto decisamente differente: stando a quato spiegato da Tammi Bryant, portavoce del Tacoma Dome, arena dove si è svolto l'evento, allo staff in servizio nel corso della serata sono arrivate "diverse segnalazioni relative a un individuo molto aggressivo che ha prima minacciato, poi attaccato fisicamente uno stewart". Dopo l'aggressione sarebbe intervenuta la polizia: portato presso la prigione della contea di Pierce dopo essere stato tratto in stato di fermo e identificato, il ventiseienne - le cui generalità non sono state rese note - è risultato in stato di alterazione psichica indotta da sostanze, stato che l'avrebbe portato a importunare anche altri spettatori presenti allo show. Al momento non si ha notizia di procedimenti o indagini delle autorità a carico degli addetti alla sicurezza in servizio al concerto.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
20 lug
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.