USA, il mercato discografico a fine 2019 varrà 10 miliardi di dollari

Lo dicono le stime della RIAA sul primo semestre dell'anno: l'industria musicale americana non era così florida da dodici anni

USA, il mercato discografico a fine 2019 varrà 10 miliardi di dollari

Il 2019 verrà ricordato dai discografici americani come l'anno della rinascita: secondo le stime dalla RIAA, la Recording Industry Association of America, alla fine dell'anno in corso il mercato discografico statunitense avrà movimentato un volume d'affari pari a 10 miliardi di dollari. La proiezione è basata sui dati fatti segnare nel corso del primo semestre dell'anno dalla discografia USA: con un totale di 5,93 miliardi di dollari generati da gennaio a fine luglio dalle vendite in tutti i formati, dagli abbonamenti ai servizi streaming e dal mercato delle sincronizzazioni la prima parte del 2019 ha fatto registrare dati - 200 milioni di introiti del comparto alla settimana, ovvero circa 30 milioni al giorno - al rialzo del 18% rispetto allo stesso periodo dell'anno passato.

Se la tendenza dovesse consolidarsi non facendo registrare flessioni entro la fine dell'anno, il 2019 potrebbe essere ricordato come la migliore annata sul mercato discografico americano dal 2007. Le prospettive degli analisti di settore, se possibile, solo ancora più ottimistiche: allo stato attuale delle cose uno scenario del genere potrebbe portare il settore discografico americano a generare un miliardo di dollari al mese nel 2020, chiudendo - ipoteticamente - il prossimo anno con un bilancio complessivo record di 12 miliardi di dollari.

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.