Vasco Rossi ai politici: 'Giù le mani dalle mie canzoni'

Il rocker di Zocca contro le strumentalizzazioni: 'Non autorizzo nessuno a usare le mie canzoni per campagne politiche'

Vasco Rossi ai politici: 'Giù le mani dalle mie canzoni'

Con un post sul proprio canale Instagram ufficiale Vasco Rossi ha diffidato la politica dall'utilizzare le proprie canzoni per mettere in atto campagne d'opinione: a spingere il rocker di Zocca a pubblicare il suo intervento diretto è stata - molto probabilmente - la diretta Facebook del senatore del Movimento 5 Stelle Gianluigi Paragone, che aveva citato la title track dell'album del 1987 "C'è chi dice no" per annunciare la sua posizione contraria all'accordo della sua formazione politica con il Partito Democratico per dare vita a un nuovo governo presiduto da Giuseppe Conte.

"C’è chi dice no lo dico io: i politici devono mettere giu’ le mani dalle mie canzoni", si legge nella dura nota scritta dal cantante emiliano: "Che imparino a usare parole originali loro e a non strumentalizzare la musica! C’è chi usa le mie canzoni per le sue campagne politiche e di opinione... voglio sia chiaro che io non autorizzo nessuno a farlo e per quello che mi è possibile cerco di impedirlo! Tanto meno si può pensare che io sia d‘accordo con le opinioni di chi usa le mia musica per chiarire le sue idee confuse".

Gianluigi Paragone, dal canto suo, ha voluto rispondere allo sfogo di Rossi con una citazione, postata tra i commenti del suo stesso intervento sul proprio profilo Facebook ufficiale: "So che Vasco si è arrabbiato per la citazione. Ma come direbbe il Postino a Neruda: La Poesia non è di chi la scrive...", ha scritto il giornalista varesino citando il film "Il postino" di Michael Radford e Massimo Troisi.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
10 giu
Scopri tutte le date

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.