Lynyrd Skynyrd: come è nato il classico "Free Bird"

Il chitarrista Gary Rossington, ultimo membro fondatore ancora nella band, racconta come è nata una delle loro canzoni simbolo.
Lynyrd Skynyrd: come è nato il classico "Free Bird"

Il chitarrista dei Lynyrd Skynyrd Gary Rossington, unico membro originario facente ancora parte della band della Florida, ha raccontato al programma radiofonico condotto da Uncle Joe Benson 'Ultimate Classic Rock Nights', come è nata “Free Bird”, una delle canzoni simbolo della formazione 'sudista'.

La genesi è stata lunga e, a tratti anche difficoltosa, il cantante della band Ronnie Van Zant inizialmente ebbe problemi con la composizione del chitarrista Allen Collins fino al momento in cui i due non trovarono una via di mezzo.

Racconta Rossington:

“Allen Collins aveva tutti gli accordi scritti, aveva pianificato molto e cercava di convincere Ronnie a scrivere dei testi. Ronnie pensava che ci fossero troppi cambi di accordo. Quindi ci sono volute circa due o tre settimane in cui Allen suonava continuamente gli accordi. Poi un giorno (Van Zant) disse semplicemente, ‘Ehi, suonalo di nuovo’”.

Ciò che seguì fu un'idea per ‘solo una canzone d'amore’, ricorda Rossington:

"Una vera e semplice canzone d'amore sul lasciarsi, del tipo, ‘Ti ricordi di me?’. È una sua storia vera. L’ha scritta molto velocemente."

La band non sapeva cosa aspettarsi:

"Provando e riprovando, è diventata sempre più lunga e più lunga e più lunga mentre la suonavamo. All'inizio non aveva il finale, il lungo finale di chitarra; era solo una canzone d'amore lenta. Poi ci siamo inventati il finale e mentre provavamo ogni giorno, è arrivato”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.