USA, Ennio Morricone si 'riappropria' di sei colonne sonore

La Corte d'Appello statunitense accorda al Maestro il diritto di paternità su opere scritte per il cinema tra i '70 e gli '80 dando alla legge americana un'interpretazione che può dare il via a una vera e propria rivoluzione nel mondo del diritto d'autore
USA, Ennio Morricone si 'riappropria' di sei colonne sonore

La Corte d'Appello della seconda circoscrizione degli Stati Uniti ha assegnato la proprietà di sei colonne sonore scritte da Ennio Morricone tra la fine degli anni Settanta e l'inizio degli anni Ottanta al Maestro capitolino: come riferisce il sito di Michele Bovi la sentenza, affatto scontata, chiude un contenzionso avviato dall'artista nel 2012 contro il Bixio Music Group, società di edizioni fondata da Cesare Andrea Bixio oltre un secolo fa. Morricone aveva stretto con il gruppo con contratto per l'amministrazione negli USA dei diritti d'autore delle partiture scaduto - appunto - nel 2012: nonostante la richiesta di cessazione della prestazione d'opera, il Bixio Music Group aveva continuato a gestire i diritti di Morricone, che - secondo la legge americana, che inquadra un compositore di colonne sonore come un "lavoratore a contratto" a cui non spetta la proprietà dell'opera creata - non aveva titolo di intervenire nella disputa, come stabilito dal tribunale federale di New York nel 2017. Ora, però, il giudice Dennis Jacobs ha ribaltato la sentenza emessa in primo grado, accogliendo l'interpretazione "italiana" della paternità intellettuale e assegnando a Morricone la prerogativa di revocare i diritti delle opere anche a trentacinque anni dalla propria pubblicazione.

    La Corte d'Appello della seconda circoscrizione degli Stati Uniti ha assegnato la proprietà di sei colonne sonore scritte da Ennio Morricone tra la fine degli anni Settanta e l'inizio degli anni Ottanta al Maestro capitolino: come riferisce il sito di Michele Bovi la sentenza, affatto scontata, chiude un contenzionso avviato dall'artista nel 2012 contro il Bixio Music Group, società di edizioni fondata da Cesare Andrea Bixio oltre un secolo fa. Morricone aveva stretto con il gruppo con contratto per l'amministrazione negli USA dei diritti d'autore delle partiture scaduto - appunto - nel 2012: nonostante la richiesta di cessazione della prestazione d'opera, il Bixio Music Group aveva continuato a gestire i diritti di Morricone, che - secondo la legge americana, che inquadra un compositore di colonne sonore come un "lavoratore a contratto" a cui non spetta la proprietà dell'opera creata - non aveva titolo di intervenire nella disputa, come stabilito dal tribunale federale di New York nel 2017. Ora, però, il giudice Dennis Jacobs ha ribaltato la sentenza emessa in primo grado, accogliendo l'interpretazione "italiana" della paternità intellettuale e assegnando a Morricone la prerogativa di revocare i diritti delle opere anche a trentacinque anni dalla propria pubblicazione.

Questo è un contenuto esclusivo per gli iscritti a Music Biz

controllo dell'utente in corso
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.