Franco Battiato: 'La casa di Milo non è in vendita'. Ma...

La famiglia del cantautore smentisce la messa in vendita della residenza dell'artista. Ma non c'è accordo tra il comitato fondato in nome del Maestro e i suoi congiunti sul destino dell'abitazione
Franco Battiato: 'La casa di Milo non è in vendita'. Ma...

In un articolo firmato da Ernesto Assante per Repubblica si riferisce di uno stop nelle operazioni di messa in vendita della residenza di Franco Battiato: come già più volte riferito da Rockol, la villa di Milo eletta dal Maestro siciliano non solo come residenza ma anche come laboratorio - presso la casa fu concepito il cover album del 1999 "Fleurs" - apparve negli annunci di diversi siti di compravendita immobiliare alla fine dello scorso mese di marzo. Per l'occasione il direttore di Rockol Franco Zanetti suggerì alla SIAE di intervenire per rilevare l'edificio, da considerare di "grande valenza culturale": la proposta portò alla costituzione di un comitato - a metà dello scorso maggio -  “Milo e Franco Battiato”, nato per volere del comune del piccolo centro del catanese.

Oggi, lunedì 19 agosto, il fratello di Franco Battiato, Michele, ha fatto sapere di non avere intenzione di cedere la villa: "[La casa] non è in vendita", ha dichiarato a Repubblica il familiare dell'artista, "E' tutto nato per un equivoco, la casa resta di Franco, non c’è nessun progetto in tal senso. Ci dispiace che ci sia stato chi ha voluto scatenare delle polemiche su una materia simile". Sempre nella tarda mattinata di oggi, lunedì 19 agosto, l'ufficio stampa dell'artista ha diffuso una nota dove viene "smentita categoricamente" la messa in vendita dell'abitazione.

Benché, almeno al momento, la cessione dell'immobile appaia del tutto scongiurata, pare che tra le posizioni della famiglia di Battiato e del comitato fondato a suo nome ci sia ancora grande distanza. "Proprio per il forte rapporto che lo ha legato a questa terra vorremmo costruire una rete più ampia, abbiamo scritto una lettera a tutti i sindaci del territorio e a personalità del mondo della cultura e dello spettacolo per fare in modo che questo rapporto continui e venga esaltato", ha fatto sapere il sindaco di Milo Alfio Fiorentino, auspicando che della fondazione "facciano parte anche loro [i familiari di Battiato], crediamo che sia importante per tutti".

"Non vogliamo dare spazio a polemiche di nessun genere", ha però risposto Michele Battiato, lasciando pochissimo spazio, almeno per il momento, a un'eventuale futura collaborazione: "Tantomeno discutere di faccende che riguardano la famiglia, come hanno fatto alcuni organi di stampa".

Come già riferito da Rockol, il prossimo mese di ottobre potrebbe essere pubblicato un nuovo album di Franco Battiato, che dovrebbe includere le registrazioni dal vivo delle esibizioni tenute dall'artista con la Royal Philharmonic Concert Orchestra di Londra nel 2017: il disco, il cui titolo sarebbe "Battiato & Royal Philharmonic Concert Orchestra", dovrebbe includere quindici tracce dal vivo più l'inedito - scritto dallo stesso cantautore insieme a Juri Camisasca - "Torneremo ancora".

Dall'archivio di Rockol - La storia di "Fetus" di Franco Battiato
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.