Classifiche UK: subito al numero 1 Natalie Imbruglia, ma adesso si cambia

Classifiche UK: subito al numero 1 Natalie Imbruglia, ma adesso si cambia

Si riconferma per la quarta volta al vertice della classifica britannica dei singoli "(Is this the way to) Amarillo" di Tony Christie, ma sulla chart incombe una svolta epocale.

La prossima settimana, infatti, la classifica dei singoli terrà conto per la prima volta dei download a pagamento. Nei cinquant'anni di chart ufficiali la classifica dei singoli è passata dai 78 giri ai CD singoli transitando per EP e 12-inch, ma i compratori si sono sempre portati a casa un oggetto rotondo riproducente musica. Stavolta si cambia: il file musicale non ha forma e non ha vera tangibilità fisica. Tuttavia i più attenti analisti britannici suggeriscono che, perlomeno inizialmente, la forza dei download sulla chart non dovrebbe avere un forte impatto. Vedremo. Intanto c'è da registrare il resto della Top, che vede debuttare al numero 2 l'ennesima riedizione di un singolo di Elvis Presley. Stavolta si tratta di "Crying in the chapel", al primo posto nel Regno Unito nel giugno 1965. Fermo in terza posizione è Mario con "Let me love you", mentre passa dal 5 al 4 "Candy shop" di 50 Cent. Sale anche, dall'8 al 5, "Switch" di Will Smith con "It's like that" di Mariah Carey che scende dal 4 al 6. Seconda novità delle undici in tutta la Top 75 è "Why do you love me" dei Garbage: per Shirley Manson e soci si tratta del primo singolo tra i primi dieci della Gran Bretagna nel corso degli ultimi 6 anni. "All about you/You've got a friend" dei McFly scala dal 7 all'8, fisso al 9 Lemar con "Time to grow". Come interpretare il decimo posto ottenuto dal debutto di "Next best superstar" di Mel C? I tabloid londinesi hanno parlato di risultato scoraggiante, ma occorre considerare che stavolta la ex Sporty Spice alle spalle non ha più una major.


Per quanto riguarda gli album, è piuttosto sorprendente il primo posto ottenuto all'esordio da "Counting down the days", il terzo album di Natalie Imbruglia; il singolo che l'aveva anticipato, "Shiver", dopo essersi comportato discretamente è ora al numero quindici. Molla il trono e scende al 2 il veterano Tony Christie con la sua "Definitive collection", con "The singles" dei Basement Jaxx costretto a ritirarsi dal 2 al 3. Al numero 4 c'è "Language. Sex. Violence. Other" degli Stereophonics, sale dal 16 al 5 Akon con "Trouble", giù dal 4 al 6 "The massacre" di 50 Cent. "The emancipation of Mimi", il disco che dovrebbe segnare il rilancio di Mariah Carey, esordisce in posizione intermedia: un numero 7 che, dato il personaggio, risulta un po' anonimo. Il primo album solista di Gwen Stefani è ottavo, "Employment" dei nuovi Kaiser Chiefs torna tra i primi 10 rimbalzando dal 14 al 9, chiude l'omonimo dei G4. Da notare inoltre il debutto al 13 di "Open season", la nuova offerta dei British Sea Power, e quello al 18 per "Live at Earls Court" di Morrissey.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.