Slipknot, un fan di 62 anni muore nella ressa durante un concerto

L'uomo è caduto per terra durante un pogo nella tappa a Tinley Park, in Illinois, del “Knotfest Roadshow” degli Slipknot. Il mese scorso Corey Taylor aveva minacciato di interrompere un concerto fino a che la folla non si fosse calmata.

Slipknot, un fan di 62 anni muore nella ressa durante un concerto

Un uomo di sessantadue anni è venuto a mancare nella sera di domenica scorsa, 11 agosto, dopo essersi infortunato, cadendo nella ressa di un pogo, al concerto degli Slipknot all’Hollywood Casino Amphitheatre di Tinley Park, in Illinois, che si è svolto quella stessa sera, una delle tappe del “Knotfest Roadshow” della formazione mascherata. A riferirne è la testata locale dell’Illinois Patch.com, che scrive che Richard Valadez, di Zion, è venuto a mancare alle 23.34, ora locale, di domenica e ancora si attendono i risultati dell’autopsia per certificare le cause della morte. Quello che si sa al momento è che Valadez è stato buttato a terra nel mezzo della folla nell’area del pit della sezione 206 dell’Hollywood Casino durante un pogo. Sembra che gli Slipknot stessero suonando “Sulfur” quando l’uomo è stato in qualche modo colpito ed è finito sul prato. Anthony Mackey, uno dei partecipanti al concerto, ha raccontato di aver chiamato i soccorsi insieme alle altre persone accanto a Valadez, spiegando anche di aver respinto la massa nel tentativo di proteggere l’uomo accasciato sull’erba. Un altro testimone, Ruel-Curtis, spiega che l’uomo sembrava stare bene prima di quel momento: “Sembrava a posto durante il concerto, godendosi la musica e i drink e chiacchierando con le persone davanti a me”.

I poghi originati durante i concerti degli Slipknot hanno la fama di essere particolarmente energici: durante un concerto in California, a San Bernardino, lo scorso mese il frontman della band Corey Taylor è arrivato fino a minacciare di interrompere il set se la folla sotto al palco non si fosse data una calmata.

Dopo la fine del tour estivo Corey Taylor e soci, che lo scorso 9 agosto hanno dato alle stampe il loro ultimo capitolo discografico, il sesto nella carriera degli Slipknot, “We Are Not Your Kind”, non staranno per molto tempo lontani dalle folle: la band ha già fatto sapere che anche nel 2020 porterà la sua musica sul palco, rivelando però soltanto le città – inclusa Milano, unica tappa italiana -, e non le date, della tournée. Ieri, 14 agosto, il batterista del gruppo Jay Weinberg ha pubblicato sui social una serie di video nei quali commenta, traccia per traccia, l’ultima fatica discografica della band. Ecco alcune delle clip:

Scheda artista Tour&Concerti Testi
11 feb
Scopri tutte le date

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.