Come sta il mercato discografico italiano

In Italia i cd sono diventati ormai obsoleti: crollo del 26% rispetto al 2018. È lo streaming a guidare i ricavi.

Come sta il mercato discografico italiano

Nei primi sei mesi del 2019 il mercato discografico italiano è cresciuto del 5%: lo annuncia la FIMI, Federazione Industria Musicale Italiana, che rappresenta circa 2.500 imprese produttrici e distributrici in campo musicale e discografico. Il report si riferisce al primo semestre dell'anno in corso e dai dati si evince che è lo streaming a guidare il mercato: da solo rappresenta il 63% di tutti i ricavi dell'industria discografica e ha generato oltre 54 milioni di euro nel periodo di riferimento.

Gli abbonamenti alle piattaforme di streaming hanno prodotto un ricavo in crescita del 32% rispetto al 2018. Complessivamente il digitale rappresenta oggi il 73% del mercato italiano, con un conseguente declino del supporto fisico che invece rappresenta il 27% del mercato (oltre dodici punti di percentuale in mento rispetto all'anno scorso).

Non farà piacere agli aficionados dei cd sapere che il fisico è sceso addirittura del 26%. Diverso è il caso del mercato dei vinili, che continua a crescere: oggi copre il 31% di tutto il mercato dei supporti fisici.

L'intero mercato discografico ha generato nel primo semestre 86 milioni di euro.

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.