Sanremo 2020: la proposta di intitolare l’Ariston a Domenico Modugno

Il suggerimento è arrivato dal patron del MEI: ‘Sarebbe un grande segno di rispetto e di innovazione…’
Sanremo 2020: la proposta di intitolare l’Ariston a Domenico Modugno

Al Tavolo della Musica e di Sanremo, indetta dall’Amministratore Delegato della RAI Fabrizio Salini, Giordano Sangiorgi - patron del MEI – Meeting delle Etichette Indipendenti e organizzatore della Festa della Musica dei Giovani del Mibac - ha suggerito di intitolare il Teatro Ariston a Domenico Modugno in occasione del 70esimo Festival di Sanremo.

La proposta di dedicare il teatro sanremese - nell'edizione del Festival che vedrà Amadeus come "padrone di casa" e direttore artistico - alla voce di "Nel blu dipinto di blu" è stata accolta con entusiasmo da artisti e addetti del settore musicale: molte, infatti, le adesioni a favore.

Franco Fasano, storico autore di grandi successi del Festival, ha detto:

“Se la Canzone Italiana è diventata così importante nel mondo e con lei il Festival di Sanremo lo deve a Domenico Modugno che con “Nel blu dipinto di blu” ha saputo conquistare ogni angolo del pianeta. Con “Volare” ruppe la tradizione musicale dell’epoca diventando uno straordinario volano per la musica italiana all’estero.”

In merito, Giordano Sangiorgi ha concluso dicendo:

“Sarebbe un grande segno di rispetto e di innovazione e un meritato riconoscimento che ci auguriamo la Rai raccolga perchè farebbero entrare prima di ogni cosa la grande musica, il cuore e la passione nel segno del piu’ grande Made in Italy musicale già dentro la settantesima edizione del Festival di Sanremo ancora prima di cominciare.”

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.