Amy Winehouse, dall'ex marito battaglia legale per una parte di eredità

Blake Fielder-Civil ha citato in giudizio per un milione di sterline la madre e il padre della voce di 'Rehab' a otto anni dalla sua scomparsa
Amy Winehouse, dall'ex marito battaglia legale per una parte di eredità

Blake Fielder-Civil, tra il 2007 e il 2009 marito di Amy Winehouse, ha citato in giudizio Janis e Mitch Winehouse, i genitori della sfortunata diva soul britannica scomparsa nel 2011, per ottenere in milione di sterline. Lo riferisce il tabloid Sun: stando a quanto riferito dalla testata britannica, Fielder-Civil vorrebbe mettere mano su un terzo dell'eredità lasciata dalla cantante al momento della sua morte, stimata in quasi tre milioni di sterline e finita in gestione alla fondazione a lei intitolata e controllata, appunto, dai suoi genitori.

"Lui ha speso un sacco di soldi di Amy, mentre stavano insieme", ha riferito la voce (rimasta anonima) vicina alla famiglia Winehouse interpellata dal Sun: "Ha trascorso buona parte del loro matrimonio in prigione, portando nient'altro che dolore a tutti. Dargli un altro penny sarebbe troppo. Blake è un coglione. E' incredibile che stia cercando di attingere al patrimonio lasciato da Amy presentando una richiesta di denaro".

Il divorzio tra la Winehouse e Fielder-Civil fu sancito dal tribunale il 28 agosto del 2009: ufficialmente per la risoluzione del legame l'ex coniuge non percepì alcuna somma di denaro, ma secondo quanto riferito dal Sun la cantante corrispose non ufficialmente all'ex marito una somma pari a 250mila sterline. E proprio a questa somma lo staff legale di Fielder-Civil potrebbe aggrapparsi per cercare di ottenere altro denaro.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.