A$AP Rocky accusato formalmente di aggressione in Svezia

Il rapper americano resta in carcere: il pm di Stoccolma non crede all'artista, che aveva parlato di 'legittima difesa'
A$AP Rocky accusato formalmente di aggressione in Svezia

Il procuratore di Stoccolma Daniel Suneson ha formalmente accusato A$AP Rocky di aggressione in relazione ai fatti dello scorso 3 luglio, che videro il rapper di "Long. Live. ASAP" - insieme ad altri suoi due collaboratori - protagonista di una colluttazione con due uomini nelle vie della capitale svedese: le autorità del paese scandinavo hanno così negato la scarcerazione dell'artista - all'anagrafe Rakim Mayers - per la quale si era speso anche l'attuale presidente degli Stati Uniti Donald Trump.

Suneson ha dichiarato alla stampa locale di non credere alla versione fornita dall'avvocato difensore dell'artista, che ha parlato di una legittima difesa da parte del suo assistito in seguito a un'aggressione: "Ho avuto accesso a una quantità maggiore di materiale rispetto a quella disponibile su Internet", ha spiegato il procuratore, "Oltre al materiale video, le dichiarazioni rese dalla parte lesa sono state supportate dalle dichiarazioni dei testimoni".

Secondo quanto stabilito dalla legge svedese, Rocky e i suoi due collaboratori coinvolti nell'incidente resteranno in carcere fino all'inizio del processo, la cui data di inizio sarà annunciata dal tribunale di Stoccolma la prossima settimana: il rapper, che aveva in programma nella prima metà di luglio anche un concerto al Carroponte di Sesto San Giovanni, a Milano, è stato ovviamente costretto a sospendere tutte le attività dal vivo.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.